Quando potrai andare in pensione: come si calcola la prima decorrenza utile per smettere di lavorare

Smettere prima di lavorare ed andare in pensione: sono molti i lavoratori che per vari motivi decidono di ritirarsi dal mercato del lavoro e di vedersi erogato l’assegno previdenziale.

di , pubblicato il
Smettere prima di lavorare ed andare in pensione: sono molti i lavoratori che per vari motivi decidono di ritirarsi dal mercato del lavoro e di vedersi erogato l’assegno previdenziale.

Smettere prima di lavorare ed andare in pensione: sono molti i lavoratori che per vari motivi decidono di ritirarsi dal mercato del lavoro e di vedersi erogato l’assegno previdenziale.

Molti lettori di Investire Oggi ci chiedono come è possibile calcolare l’importo netto della prestazione previdenziale e come si può calcolare la prima decorrenza utile per smettere di lavorare.

Qualsiasi lavoratore / lavoratrice interessato a calcolare l’importo pensione e i tempi di pensionamento può procedere al calcolo della prestazione previdenziale e della decorrenza delle pensioni per tipologia (anticipata, Quota 100, vecchiaia).

Calcolo della pensione netta

La pensione è una prestazione economica soggetta alla medesima tassazione IRPEF: ciò implica che nel cedolino si troverà sia l’importo lordo che quello netto pagato dall’INPS che effettua una ritenuta alla fonte a titolo di imposta sul reddito delle persone fisiche.

L’IRPEF è dovuto per tutte le prestazioni previdenziali, dirette ed indirette, ad esclusione delle prestazioni assistenziali.

L’IRPEF si calcola applicando diverse aliquote alle differenti fasce di reddito annue:

  • fino a 15.000 euro, l’aliquota è pari al 23%;
  • oltre 15.000 e fino a 28mila euro, è pari al 27%;
  • oltre 28mila e fino a 55.000, è pari al 38%;
  • oltre 55.000 e fino a 75mila, è pari al 41%;
  • oltre 75.000 euro è pari al 43%.

Per calcolare la pensione netta, oltre alle imposte, bisogna applicare alla pensione lorda specifiche detrazioni di imposta.

Decorrenza Pensione: come calcolare la prima?

La prima decorrenza per accedere alla pensione va calcolata tenendo conto di quale requisito si raggiunge per primo.

Per calcolare la decorrenza della pensione bisogna anche tener conto del fatto che la Riforma Fornero ha introdotto delle finestre mobili che fanno slittare l’erogazione dell’assegno previdenziale di alcuni mesi rispetto al momento in cui si matura il requisito per accedere alla pensione.

Per quanto concerne la pensione di vecchiaia non c’è alcun primo periodo di decorrenza. Il primo periodo di decorrenza è di tre mesi per la pensione anticipata.

Per Quota 100 (la cui scadenza è fissata per il 31 dicembre 2021) il primo periodo di decorrenza è di 3 mesi per i lavoratori del settore privato e 6 mesi per i lavoratori del pubblico impiego.

Per l’Opzione Donna il primo periodo di decorrenza è di 12 mesi per le dipendenti e di 18 mesi per le lavoratrici autonome.

Per i lavoratori precoci il primo periodo di decorrenza è di 3 mesi. Nessun primo periodo di decorrenza è previsto per i lavoratori dell’Ape Sociale e per i lavoratori usuranti e gravosi.

Argomenti: