Quando pagano la pensione? Come vederlo dall’app IO

Su quando pagano la pensione, ecco come vederlo dall'app IO. Perché l'INPS, con un comunicato riportante la data del 21 dicembre del 2021, ha reso noto d'aver siglato un accordo con PagoPA. Tutti i dettagli sui servizi attivi e su quelli di prossima attivazione.

di , pubblicato il
Contributi domestici (colf e badanti), a luglio con l’app IO

Su quando pagano la pensione, ecco come vederlo dall’app IO. Perché l’INPS, con un comunicato riportante la data del 21 dicembre del 2021, ha reso noto d’aver siglato un accordo con PagoPA. Relativamente proprio ai servizi disponibili sull’app IO.

Nel dettaglio, su quando pagano la pensione l’app IO diventa un’applicazione utile proprio per le disposizioni di accredito da parte dell’INPS. Nel ricordare da un lato che l’app IO si può scaricare gratis dagli store per i sistemi operativi IOS e Android. E dall’altro lato che, dopo aver scaricato l’app, l’accesso tramite credenziali è possibile solo se muniti di un’identità digitale. Così come è riportato in questo articolo.

Quando pagano la pensione? Come vederlo dall’app IO

Nel dettaglio, su come vedere quando pagano la pensione dall’app IO è necessario essere muniti di SPID. Ovverosia, del Sistema Pubblico di Identità Digitale. Oppure in alternativa è possibile autenticarsi dall’app IO pure muniti di Carta di Identità Elettronica (CIE).

L’app IO, inoltre, grazie all’accordo INPS-PagoPA non servirà solo per sapere quando pagano la pensione. Ma, tra l’altro, pure per conoscere lo stato di avanzamento delle pratiche gestite proprio dall’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale. Sempre via app IO, inoltre, i percettori di NASpI e coloro che hanno perso il lavoro potranno accedere ad un video interattivo e personalizzato. Proprio al fine di comprendere quelle che sono le modalità di calcolo dell’indennità di disoccupazione.

Tra i servizi di nuova attivazione sull’app IO c’è pure la piattaforma digitale nazionale dei dati

E se per ora con l’app IO, tra l’altro, si può sapere quando pagano la pensione, in futuro scatterà la rivoluzione grazie alla piattaforma digitale nazionale dei dati.

Alla quale al momento, oltre all’INPS, hanno aderito pure l’Agenzia delle Entrate e l’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente.

In pratica con la piattaforma il cittadino in futuro potrà trasmettere una sola volta i dati e le attestazioni richieste. Per esempio, la dichiarazione ISEE. Con il vantaggio di un solo invio in quanto, grazie all’interoperabilità ed allo scambio di dati, tutte le amministrazioni pubbliche aderenti al progetto saranno allineate.

Argomenti: , , , , , , , , , , , , ,