Quali sono le auto preferite dai privati con la partita Iva

Ecco quali sono le auto preferite dai privati con la partita Iva. Dai modelli di auto ad alimentazione elettrica ai crossover diesel, ecco una raffica di informazioni utili.

di , pubblicato il
Quali sono le auto preferite dai privati con la partita Iva

Dalle micro imprese ai liberi professionisti, quali sono le auto preferite dai privati con la partita Iva? La risposta in merito arriva da un recente rapporto del Centro Studi e Statistiche dell’UNRAE. Ovverosia, da parte dell’Associazione delle case automobilistiche estere su dati ISTAT 2020.

Il rapporto, su quali sono le auto preferite dai privati con partita Iva, evidenzia prima di tutto un calo degli acquisti di vetture nel 2020, rispetto al 2019. Proprio da parte dei titolari di partita Iva. Con 165.174 vetture acquistate e con un calo secco anno su anno che è stato pari al 20,7%.

Ecco quali sono le auto preferite dai privati con la partita Iva

Detto questo, su quali sono le auto preferite dai privati con partita Iva, nel 2020 vince il crossover diesel. Ma ad avanzare a grandi passi sono i modelli di auto ad alimentazione elettrica. Con un quota sul totale degli acquisti di vetture che l’anno scorso, rispetto al 2019, è aumentata di ben quattro volte.

Per le motorizzazioni ‘alla spina’, su quali sono le auto preferite dai privati con la partita Iva, l’UNRAE ha comunque posto l’accento sul persistere di criticità. A partire dall’assenza capillare di infrastrutture di ricarica non solo in prossimità delle abitazioni. Ma anche e soprattutto in prossimità dei luoghi di lavoro.

Le imprese individuali in cima agli acquisti di vetture tra i titolari di partita Iva

Passando da quali sono le auto preferite dai privati con la partita Iva alle singole categorie produttive di acquirenti, le imprese individuali hanno la maggioranza assoluta. Con una quota sul totale che nel 2020, infatti, si è attestata al 51,9%. A seguire ci sono i professionisti con il 24,9%.

E poi gli agenti di commercio con il 13,5%, e gli agricoltori con il 9,7%.

Per fascia d’età, con il 30%, la maggioranza relativa di titolari di partita Iva che ha acquistato un’auto nel 2020 ha tra i 30 ed i 45 anni. Rispetto ad una quota di giovani che, invece, si attesta ad appena il 4,5%. A conferma del fatto che il mondo delle partite Iva è in prevalenza rappresentato da giovani maturi e da over 45.

Argomenti: