Rottamazione-ter e saldo e stralcio: versamenti al 1° marzo 2021

Sia per la rottamazione-ter che per il saldo e stralcio la scadenza del 10 dicembre è prorogata al 1° marzo 2021

di , pubblicato il
Sia per la rottamazione-ter che per il saldo e stralcio la scadenza del 10 dicembre è prorogata al 1° marzo 2021

Le rate della rottamazione-ter e del saldo e stralcio in scadenza al 10 dicembre possono essere pagate entro il 1° marzo 2021, senza che ciò determini la decadenza della definizione agevolata.

 

A prevederlo è il decreto Ristori-quater.

 

Anche per questa scadenza non sanno ammessi lievi inadempimenti. Dunque, anche con un solo giorno di ritardo si decadrà dalla definizione.

Proroga Rottamazione-ter e saldo e stralcio: la precedente scadenza del 10 dicembre

Il Decreto Legge n. 34/2020 (cosiddetto “Decreto Rilancio”) ha prorogato al 10 dicembre le rate della rottamazione-ter e del saldo e stralcio in scadenza nel 2020.

 

In particolare, per i contribuenti  in regola con il pagamento delle rate scadute nell’anno 2019, l’art. 154 lettera c) del citato decreto, prevede che

 

  • il mancato, insufficiente o tardivo pagamento alle relative scadenze delle rate da corrispondere nell’anno 2020,
  • non determina la perdita dei benefici delle misure agevolate se il debitore effettuerà comunque l’integrale versamento delle stesse entro il 10 dicembre 2020.

 

Per il pagamento entro questo termine di scadenza, non sono previsti i cinque giorni di tolleranza di cui all’articolo 3, comma 14-bis, del DL n. 119 del 2018.

 

Di conseguenza, in caso di versamento effettuato oltre il termine di scadenza del 10 dicembre 2020 o per importi parziali, la misura agevolativa non si perfeziona. I pagamenti ricevuti saranno considerati a titolo di acconto sulle somme complessivamente dovute.

 

Detto ciò, considerato il protrarsi della crisi economica-finanziaria da covi-19 nonchè la forte carenza di liquidìtà in capo alla generalità dei contribuenti, il Governo ha deciso di prorogare la scadenza del 10 dicembre.

Rottamazione-ter e saldo e stralcio: si passa dal 10 dicembre al 1° marzo 2021

Con il decreto ristori-quater, la scadenza del 10 dicembre per la rottamazione-ter e per il saldo e stralcio, viene prorogata al 1° marzo 2021.

 

Così l’art. 4 del Ristori-quater:

 

all’articolo 68, comma 3, del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, le parole “10 dicembre 2020” sono sostituite dalle seguenti: “1° marzo 2021”.

 

Comma 3 in precedenza inserito dal D.L. 34/2020, D.L. Rilancio.

 

Attenzione, anche per la scadenza di lunedì 1° marzo 2021, non saranno tollerati neanche lievi inadempimenti.

 

Dunque, sia se pago un importo leggermente inferiore a quello dovuto sia se pago anche con un suo giorno di ritardo, decadrò dalla definizione agevolata.

 

Argomenti: ,