Proroga pensioni 2022, lavoratrici e lavoratori tra inciampi e cadute con questi due scalini

Con la proroga pensioni 2022, molte lavoratrici e molti lavoratori rischiano di rimanere col cerino in mano. In particolare, tra inciampi e cadute rischiano con questi due scalini. Vediamo quali sono.

di , pubblicato il
Proroga pensioni 2022, lavoratrici e lavoratori tra inciampi e cadute con questi due scalini

Con la proroga pensioni 2022, molte lavoratrici e molti lavoratori rischiano di rimanere con il cerino in mano. In particolare, tra gli inciampi e le possibili cadute rischiano con questi due scalini. Ovverosia, con quelli introdotti da un lato con il superamento della Quota 100.

E dall’altro con la misura Opzione Donna. Per la quale si parla di proroga. Ma in maniera impropria in quanto pure per la pensione donne è stato introdotto lo scalino. Al netto di eventuali modifiche della manovra finanziaria del Governo Draghi nell’iter parlamentare. Nel dettaglio il Governo italiano, peraltro in linea con le attese, ha deciso per la proroga pensioni 2022 di lasciar decadere la Quota 100. Con il triennio sperimentale che si concluderà il 31 dicembre del 2021. Così come è riportato in questo articolo.

Proroga pensioni 2022, lavoratrici e lavoratori tra gli inciampi e le possibili cadute con questi due scalini

Di conseguenza, con la proroga pensioni 2022, al posto della Quota 100 ci sarà la Quota 102. Al riguardo basteranno sempre 38 anni di contributi previdenziali obbligatori versati. Ma il requisito anagrafico salirà da 62 a 64 anni. Quindi, chi compirà nel 2022 62 o 63 anni rischia seriamente di rimanere con il cerino in mano.

Per la proroga pensioni 2022 del Governo italiano, infatti, la Quota 102 ad oggi avrà la durata di un solo anno. Quindi, per il 2023 non c’è certezza di pensione anticipata a 64 anni. Anzi, potrebbe spuntare la Quota 103. Oppure addirittura la Quota 104. Ed in tal caso il requisito anagrafico si innalzerebbe ulteriormente passando da 64 a ben 66 anni di età.

Dallo scalino post Quota 100 a quello di Opzione Donna, sale l’età pensionabile per le anticipate

L’età pensionabile per le anticipate sale pure per Opzione Donna.

Con la proroga pensioni 2022, infatti, il requisito anagrafico per le lavoratrici, al pari della Quota 102, sale di due anni. Ovverosia, dal prossimo anno serviranno 61 anni per le lavoratrici autonome.

E 60 anni per le lavoratrici dipendenti. Con il requisito anagrafico, peraltro, da maturare entro il corrente anno. Al pari del requisito dell’anzianità contributiva che resta invariato a 35 anni di contributi previdenziali obbligatori versati.

Argomenti: , , , , , , , , , , , ,