Proroga 730 e studi di settore: i nuovi termini di consegna

Tutte le proroghe per mod. 730, Caf e studi di settore contenuti nel prossimo decreto del consiglio dei ministri

di Alessandra M., redazione Investireoggi.it, pubblicato il
Tutte le proroghe per mod. 730, Caf e studi di settore contenuti nel prossimo decreto del consiglio dei ministri

Prorogato il termine ultimo per il modello 730

Come abbiamo visto in precedenza l’introduzione della cedolare secca necessita di un po’ di tempo affinchè vengano diradati i numerosi dubbi interpretativi e si diano le soluzioni previste per i vari problemi.
Per dare tempo a chi vuole ricorrere alla tassazione sostitutiva si è infatti prorogato sino al 6 giugno il termine ultimo di adempimento per poter pagare tale tipo di imposta.

Proroga Studi di settore al 6 giugno

Tuttavia le proroghe non riguardano solo la “cedolare secca”, ma investono diversi campi dove comunque si è creato un certo “ingolfamento” nelle procedure. Infatti la compilazione degli studi di settore e l’eventuale adeguamento al ricavo minimo indicato nello studio è stato rimandato sempre al 6 giugno. Il problema, secondo l’ amministrazione finanziaria è proprio nel software dell’ agenzia.
Ricordiamo che gli studi di settore, sono divisi per tipologia di attività esercitata, ed il contribuente individuato il proprio settore di attività deve compilare i quadri dello studio. Tali quadri riportano sia dati fisici ( ad esempio il numero dei posti a sedere per un bar, il numero di forni per una panetteria), sia dati contabili ( ricavi, spese per servizi, valore dei beni strumentali). Tutti questi dati oltre ad essere utili per fini statistici servono per calcolare una soglia minima di ricavi sotto la quale il contribuente potrebbe aver evaso un certo ammontare. Naturalmente tale presunzione può essere giustificata dal contribuente che potrebbe aver guadagnato di meno in un dato anno per diversi motivi ( problemi di salute, apertura di concorrenti nelle vicinanze, ecc.).

Per chi invece ha dichiarato dei redditi inferiori ala soglia minima dei ricavi viene data la possibilità di adeguarsi al tale reddito minimo. Il termine adeguarsi indica pagare maggiori imposte in modo tale da raggiungere almeno il reddito minimo. Anche i termini per i versamenti delle imposte necessarie per l’ adeguamento sono traslati in avanti. Sarà infatti possibile versare entro il 6 luglio senza alcuna maggiorazione i relativi importi dovuti. Dal 7 luglio invece sarà necessario provvedere al pagamento attraverso il versamento della maggiore imposta oltre ad una maggiorazione dello 0,4 per cento.

Tutti questi spostamenti di pagamento sono contenuti in un Decreto della presidenza del consiglio dei ministri che dovrebbe essere approvato a breve.

Proroga modello 730

All’ interno vi è anche una proroga per la consegna del mod. 730 ai sostituti di imposta od ai professionisti. In questo caso si dovrebbe spostare la scadenza di consegna in modo tale che i professionisti potrebbero provvedere alla riconsegna del modello compilato entro il 16 maggio insieme al quadro riportante il credito o il debito da riportare.

Proroga per i Caf

Consegna 730 Caf proroga – Per i Caf invece si punta a prorogare la scadenza per la ricezione del modello, che attualmente è fissata al 31 maggio, sino al 20 giugno 2011. Tra l’ altro tali differimenti sarebbero anche giustificati in quanto diversi pensionati e lavoratori dipendenti hanno ricevuto il proprio mod. Cud in ritardo rispetto al termine previsto. Inoltre insieme alla data di consegna verrebbero spostati anche tutti gli altri adempimenti con obbligo per i centri fiscali abilitati di consegnare il modello di liquidazione entro il 20 luglio di quest’anno.

Inoltre si punta anche a spostare le scadenze di agosto relativi a versamenti di imposta in modo da evitare eccessiva calca in un periodo tradizionalmente di ferie. Infatti il DPCM contiene diverse norme che dovrebbero posticipare le scadenza almeno sino alla data del 22 agosto.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Aziende e Società

I commenti sono chiusi.