Proposta riforma scuola: un euro ogni voto alto per il bonus di merito

Nuova proposta di riforma scuola: un euro per ogni voto alto in modo da costituire un buono per gli studenti più meritevoli. Pro e contro della proposta

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Nuova proposta di riforma scuola: un euro per ogni voto alto in modo da costituire un buono per gli studenti più meritevoli. Pro e contro della proposta

La proposta di riforma scuola, e in particolare dei bonus, lanciata da un docente di Roma online, Danilo Bughetti, sta facendo il giro del web. L’idea è quella di superare il concetto di bonus scuola fisso, con tutte le polemiche e le difficoltà che ha suscitato, e passare ad un bonus progressivo e di merito. Cosa vorrebbero gli studenti? E’ da questo che, racconta il docente dell’Istituto Tecnico Von Neumann di Roma, è nata la sua idea di riforma scuola: ascoltare le esigenze degli alunni direttamente interessati. L’insoddisfazione più grande palesata da questi ultimi risiede proprio nel non vedersi riconosciuti i meriti per l’impegno nello studio. Da qui la proposta di riconoscere un euro per ogni voto alto in modo da concorrere alla formazione di un bonus di merito progressivo. In questo modo gli studenti sarebbero invogliati a dare il massimo nello studio per ottenere voti alti e sarebbero spronati a non saltare verifiche e compiti in classe.

La proposta di riforma scuola per quanto concerne i bonus non è esente sicuramente da critiche e punti deboli ma può rappresentare, a giudicare dalla reazioni positive suscitate in rete, una buona base da cui partire.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Bonus e detrazioni, Altri Bonus