Prodotti alimentari e Farmaci ritirati dal mercato, impatto economico e per la salute: nuova lista aggiornata al 20 luglio

Lista aggiornata ad oggi 20 luglio, sui lotti dei prodotti alimentari e farmaci ritirati dal mercato, con forte impatto economico ambientale e pericolosi per la Salute.

di , pubblicato il
Lista aggiornata ad oggi 20 luglio, sui lotti dei  prodotti alimentari e farmaci ritirati dal mercato, con forte impatto economico ambientale e pericolosi per la Salute.

Aggiornamento della lista Farmaci e prodotti alimentari ritirati dal mercato, classificati come pericolosi per la salute.

Gli alimenti sono un bene prezioso e la loro produzione può richiedere molte risorse. Le stime attuali indicano che, globalmente, circa un terzo del cibo prodotto per il consumo umano va sprecato o perso, con un conseguente costo economico e ambientale.

L’impatto economico sul ritiro di un lotto relativo ad un farmaco o ad un prodotto alimentare, è una forte conseguenza negativa, sia per il cittadino che rischia conseguenze sulla salute, sia per l’azienda vede il suo marchio penalizzato e quindi una dimuzione del fatturato con la conseguenza di una diminuzione della forza lavoro. Per ovviare a tutto ciò, bisogna rafforzare le azioni di prevenzione e controllo, sia nel settore alimentare che in quello farmaceutico.

Farmaci ritirati dal mercato

Furosemide Galenica Senese

farmaci

Alcuni lotti di Furosemide Galenica Senese saranno ritirati dalle farmacie su tutto il territorio nazionale. Ad ordinarlo è stata l’Agenzia italiana del farmaco (AIFA). Il provvedimento  si è reso necessario a seguito della comunicazione della ditta concernente il ritrovamento, durante il confezionamento delle fiale, di foglietti illustrativi frammischiati.

I lotti ritirati sono: n. 17E08 scadenza 5/2020 e 17F13 scadenza  6/2020  medicinale Furosemide Galen*10F 20MG –  AIC 029848025.

Il Furosemide Galenica viene utilizzato nel trattamento di tutte le forme di edemi di genesi cardiaca; ascite in seguito a cirrosi epatica, ostruzione meccanica od insufficienza cardiaca; edemi di origine renale (nella sindrome nefrosica anche in combinazione con ACTH o corticosteroidi). Trattamento degli edemi periferici. Trattamento dell’ipertensione di grado leggero o medio. La ditta Galenica Senese ha comunicato l’avvio della procedura di ritiro che il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute è invitato a verificare.

Prodotti alimentari ritirati dal mercato

Sgombro in olio di semi di girasole

sgombro

Sgombo ritirato dal mercato per presenza di corpi estranei.  Il Ministero della Salute ha pubblicato sul sito il “richiamo del prodotto alimentare“.

Il motivo della segnalazione: “rischio fisico” per la possibile “presenza di corpi estranei”, come frammenti di fibre non alimentari, in alcune scatolette marca “PUROS” di filetti di sgombro in olio di semi di girasole importato dal Marocco da Generale Conserve Spa via Corea 15/17 Olbia (OT) e commercializzato da Italy D. scrl via Nanni Costa n 30 40133 Bologna.

Il lotto ritirato è n. 135/A con data di scadenza o termine minimo di conservazione del 31.12.2020 confezionato in scatolette da 125 g.

L’avviso di richiamo è stato pubblicato sul nuovo portale dedicato alle allerta alimentari del Ministero della salute nella sezione “Avvisi di sicurezza”.

Salsiccia Sarda Campidanese

salsiccia

Il Gruppo Auchan ha richiamato a titolo precauzionale e volontario, al fine di garantire la sicurezza, Salsiccia Sarda Campidanese prodotta dal Salumificio Campidanese ” Su Sartizzu”.

Motivo del richiamo: presunta salmonella spp.

I lotti interessati sono il n. 20517 da 400 g commercializzata dal Salumificio Campidanese Su Sartizzu di Fois Barbara Zona Artigianale 15 Argiddas 09023 Monastir (CA) con scadenza minima del prodotto 16/12/2017 distribuito dal Canale Iper (Auchan) – Olbia e Cagliari Santa Gilla.

Il Ministero della Salute ha pubblicato sul suo sito il “richiamo del prodotto alimentare“.

Cosa provoca la Salmonella?

La Salmonella causa una situazione di irritazione intestinale, che provoca dolore intenso. L’intestino è quindi il primo organo ad essere colpito da questo batterio e risponde fisiologicamente con il meccanismo della diarrea. La comparsa dei sintomi è davvero molto veloce. Non passano mai più di 12 ore da quando la salmonella, o comunque l’alimento infetto, viene ingerito a quando si presentano i sintomi. Nelle situazioni normali, in cui il dolore si limita all’intestino, solitamente non si fa nulla. Se i batteri riescono invece a superare la barriera intestinale potrebbero diffondersi nel sangue, e attaccare alcune strutture molto più delicate come le meningi, causando di fatto una meningite.

In questi casi, molto più gravi, si richiede l’ospedalizzazione del paziente e la cura con medicinali mirati a distruggere la Salmonella. I soggetti a richio sono anziani e bambini.

Prodotti alimentari e Farmaci ritirati dal mercato, pericolosi per la salute: nuova lista aggiornata al 17 luglio

Prodotti alimentari ritirati dal mercato, pericolosi per la salute: nuova lista aggiornata al 14 luglio

Prodotti alimentari e Farmaci ritirati dal mercato, pericolosi per la salute: nuova lista aggiornata al 12 luglio

Argomenti: , , ,