Processo amministrativo telematico: al via da oggi, tutte le novità

Oggi parte in via sperimentale il processo amministrativo telematico. La fase sperimentale durerà fino al 30 novembre 2016, ecco le novità.

di , pubblicato il
Oggi parte in via sperimentale il processo amministrativo telematico. La fase sperimentale durerà fino al 30 novembre 2016, ecco le novità.

Parte oggi la sperimentazione del processo amministrativo telematico (Pat), la fase sperimentale durerà fino al 30 novembre 2016. Il nuovo processo amministrativo telematico riguarderà i soli giudizi introdotti con i ricorsi depositati, in primo o in secondo grado.

Processo amministrativo telematico: le istruzioni per gli avvocati

Gli avvocati per depositare i ricorsi, devono eseguire una doppia comunicazione:

  • devono depositare presso l’Ufficio ricevimento ricorsi l’atto introduttivo del giudizio, correlato dai relativi documenti e istanze;
  • successivamente devono provvedere a inviare in via telematica il modulo “deposito ricorsi” completo di tutti gli atti in formato digitale già prodotti in formato cartaceo.

Al ricorso depositato con modalità cartacea viene attribuito il protocollo Agid. Con il deposito in formato digitale al ricorso depositato in cartaceo è assegnato il numero di Rg che il sistema attribuisce al deposito informatico. In questa fase sperimentale, ai fini della tempestività del deposito si fa esclusivo riferimento alla data di protocollo Agid del deposito cartaceo.

Sul portale dell’avvocato è possibile visualizzare il protocollo del processo amministrativo telematico, sia cartaceo che digitale. 

Anche gli atti successivi al ricorso devono essere depositati prima in formato cartaceo e successivamente in formato digitale, avvalendosi dell’apposito modulo. 

Sul portale della Giustizia amministrativa sono disponibili i moduli di deposito dei ricorsi, atti e istanze e le relative istruzioni operative per la compilazione e la notifica.

Argomenti: , ,