Primary System Research Spa – Il Crowd Funding della start up innovativa che promette di guadagnare sulla internazionalizzazione degli studi professionali

La sfida della start up innovativa più promettente dell’anno. Lo Slogan è “l’innovazione al servizio dell’economia reale e dell’internazionalizzazione degli studi professionali” e se ci si mette a capire in cosa consista il prodotto, si tratta di uno slogan certamente azzeccato. Primary System Research Spa, start up innovativa milanese, ma internazionalizzata fin dai primi passi, […]

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
La sfida della start up innovativa più promettente dell’anno. Lo Slogan è “l’innovazione al servizio dell’economia reale e dell’internazionalizzazione degli studi professionali” e se ci si mette a capire in cosa consista il prodotto, si tratta di uno slogan certamente azzeccato. Primary System Research Spa, start up innovativa milanese, ma internazionalizzata fin dai primi passi, […]

La sfida della start up innovativa più promettente dell’anno.

Lo Slogan è “l’innovazione al servizio dell’economia reale e dell’internazionalizzazione degli studi professionali” e se ci si mette a capire in cosa consista il prodotto, si tratta di uno slogan certamente azzeccato.

Primary System Research Spa, start up innovativa milanese, ma internazionalizzata fin dai primi passi, con le sue sedi di Londra e Durazzo in Albania, ha infatti messo a punto un sistema e metodo del tutto innovativo. In grado di consentire mediante un software, agli studi di commercialisti di tutto il mondo, non soltanto di sviluppare reti relazionali tra loro (un vero e proprio social network dedicato), ma di condividere carichi di lavoro e di ripartirsi onorari sui clienti comuni e sulle attività svolte assieme. In pratica, il sistema realizzato consente a qualunque studio, anche delle più remote località del globo (purché connesse ad internet), di operare in modo integrato con tutti i colleghi del pianeta.

Grazie al nuovo sistema di networking, oggetto di privativa patent pending, qualunque studio italiano che lo desideri, potrà fornire alla propria clientela agevolmente, assistenza professionale in tutti i paesi del mondo. Beneficiando della rete globale che la Primary System Research Spa sta già commercializzando. L’accesso al servizio è infatti già possibile acquistando il servizio o le azioni per le quali è ora aperta la sottoscrizione.

Se l’internazionalizzazione e l’innovazione guideranno la crescita dei prossimi anni, il posizionamento competitivo della Primary System Research Spa e la sua area d’affari si presentano di enorme attrattiva. Anche perché le due leve di crescita vengono qui applicate ad un settore che da un lato è presente e sviluppato in tutto il mondo, dall’altro è caratterizzato principalmente da una miriade di micro operatori indipendenti, che poco o nulla si coordinano tra loro.

La sfida di Primary System Researh Spa e del suo “Prime Advisory Network” è quindi quella di aiutare le firme indipendenti delle professioni contabili e legali ad operare in modo maggiormente integrato, guadagnando su tale processo di integrazione e di internazionalizzazione.


La redditività attesa per gli investitori.

Il progetto “Prime Advisory Network” promosso dalla società Primary System Research S.p.A. presenta un ampio ventaglio di opportunità di business, in considerazione del fatto che si basa sulla costruzione di uno strumento software di aggregazione di un vasto numero di professionisti in tutto il mondo.

In particolare però, attualmente, le fonti di ricavo su cui la Primary System Research S.p.A. potrà fare affidamento, saranno principalmente due:

  1. quella dei dividendi provenienti dalla società controllata inglese, che guadagna un margine di intermediazione del 15% sui servizi professionali di tutti gli aderenti al network e che, a regime, guadagnerà dall’erogazione di servizi mediante il portale specializzato quali la traduzione di bilanci e documenti contabili, la gestione di assicurazioni sul credito e la commercializzazione di prodotti editoriali; e
  2. quella dei canoni annuali per la concessione in licenza d’uso agli aderenti del software necessario ad accedere al Network ed a fruire dei servizi.

La molteplicità delle fonti di produzione dei ricavi induce a ritenere il progetto Primary System Reseach S.p.A. ad alto potenziale prospettico, sia in termini di redditività, che di conseguente incremento di valore delle azioni.

Fermo restando che si tratta di una start up innovativa, e che quindi non vi è garanzia alcuna del raggiungimento degli obiettivi di redditività, secondo le proiezioni della società l’iniziativa dovrebbe distribuire il primo dividendo nel 2019 con una redditività relativa al 2018 del 177,60% esponenzialmente in crescita negli esercizi successivi fino ad arrivare 2094,41% nel 2022 con riferimento alla redditività relativa al 2021.

grafico

Ovviamente, investire gli investimenti in start up innovative sono da considerarsi speculativi e ad alto rischio. Per tale motivo coloro che decidono di investire, partecipando alla campagna di crowd funding attualmente pubblicata su We Are Starting devono recarsi per la MiFID presso gli sportelli di Banco Popolare, quando l’investimento supera i 500 euro per le persone fisiche o i 5.000 euro per le società, gli enti e le persone giuridiche. In genere.

Tuttavia investire in start up innovative significa oggi non soltanto investire nel futuro e nei settori con maggiori prospettive di crescita, ma anche accedere alle detrazioni e deduzioni fiscali sull’investimento, che sono del 19% per le persone fisiche, e del 20% per i soggetti IRES.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Aziende e Società, News Imprese, Startup, Lavoro 2.0, startup