Prezzi carburante: gli aumenti post terremoto Emilia

Entra in vigore oggi e durerà, almeno sulla carta, fino al 31 dicembre 2012, l’aumento delle accise sui carburanti, deciso al fine di recuperare le risorse necessarie per fronteggiare l’emergenza derivante dallo sciame sismico che ha colpito il cuore dell’Emila Romagna

di Redazione InvestireOggi, pubblicato il
Entra in vigore oggi e durerà, almeno sulla carta, fino al 31 dicembre 2012, l’aumento delle accise sui carburanti, deciso al fine di recuperare le risorse necessarie per fronteggiare l’emergenza derivante dallo sciame sismico che ha colpito il cuore dell’Emila Romagna

In seguito al terremoto dell’Emilia, sono stati decisi aumenti sulle accise sui carburanti che fanno lievitare il prezzo sulla benzina e sul diesel, al fine di recuperare risorse per fronteggiare il disastro sismico.

Aumenti accise sui carburanti

L’Agenzia delle dogane con la determinazione n. 69805 del 7 giugno 2012, ha stabilito gli aumenti delle accise sui carburanti, in particolare:

  • sulla benzina e benzina con piombo: 724,20 euro per mille litri
  • sul gasolio usato come carburante: 613,20 per mille litri.

 Nella determinazione, si legge che l’aumento avrà decorrenza da oggi , 8 giugno 2012 e fino al 31 dicembre prossimo e per gli esercenti attività di trasporto merci, le maggiori accise saranno rimborsate.

Per ora nessuna influenza

Da recenti indagini a campione emerge però che i prezzi dei carburanti sulla rete nazionale per ora non risentono degli aumenti. I prezzi medi nazionali si aggirano attualmente su 1,830 euro/litro per la benzina, 1,717 per il diesel e 0,821 per il gpl.

 

Sullo stesso argomento potrebbe interessare:

Terremoto Emilia: Equitalia sospende la riscossione

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tasse e Tributi