Prestito pensione: si può rinunciare all’Ape volontario per la pensione anticipata?

E' possibile dall'Ape volontario accedere alla pensione anticipata riducendo, così la durata del prestito pensionistico?

di , pubblicato il
E' possibile dall'Ape volontario accedere alla pensione anticipata riducendo, così la durata del prestito pensionistico?
Gentilissima Redazione, mi permetto di esporle quanto segue.
Da circa due anni seguo con molta attenzione la vicenda pensionistica dopo la legge Fornero e i piccoli ritocchi effettuati dall’attuale governo, che alla mia odierna situazione previdenziale non ha portato alcuna agevolazione.
Sono nato il 30 maggio 1955 alla fine di giugno 2018 avrò maturato 40 anni di lavoro comprensivo di 4 mesi svolti all’estero (Belgio) tra il 1971 e il 1973. Calcolando una uscita volontaria entro la fine del 2019 con l’attuale legge, dovrò calcolare fino all’età di 67 anni e quindi un’ape volontaria di quasi 29 mesi o una uscita anticipata con anzianità contributiva di 43 anni e 3 mesi che maturerò il 30 settembre del 2021 e quindi quando la mia età sarà di 66 e 3 mesi???
In caso affermativo, ciò potrebbe comportare una minore durata dell’ape volontaria e quindi di 22 mesi anziché di 29 mesi ?? Raggiungendo a 66 anni e tre mesi l’anzianità contributiva di 43 e 3 mesi.
Il senso della sua domanda non è chiarissimo poiché è pur vero che con l’Ape volontario non è necessario cessare l’attività lavorativa, ma che senso avrebbe chiedere un prestito pensionistico per continuare a lavorare fino al raggiungimento dei requisiti di accesso alla pensione anticipata (poiché se cessa l’attività lavorativa non continua a maturare contributi)? In ogni caso le spiego quello che prevede la normativa.

Ape volontario: cos’è e come funziona

L’Ape volontario è un prestito erogato dalle banche in quote mensili per 12 mensilità garantito dalla pensione di vecchiaia riconosciuto in via sperimentale dal 1 maggio 2017 al 31 dicembre 2019.

Il prestito pensionistico è erogato per un periodo minimo di 6 mesi e fino alla maturazione del diritto alla pensione di vecchiaia.

Importo minimo richiedibile: 150 euro al mese.

Importo massimo richiedibile:

  • il 75% dell’importo mensile netto del trattamento pensionistico, se la durata di erogazione dell’APE, è superiore a 36 mesi;
  • l’80% dell’importo mensile netto del trattamento pensionistico, se la durata di erogazione dell’APE è superiore a 24, è pari o inferiore a 36 mesi;
  • l’85% dell’importo mensile netto del trattamento pensionistico, se la durata di erogazione dell’APE è compreso tra 12 e 24 mesi;
  • il 90% dell’importo mensile del trattamento pensionistico, se la durata di erogazione dell’APE è inferiore a 12 mesi.

Ape volontario: prestito e restituzione

Il prestito ottenuto dovrà essere restituito in 240 rate per un periodo di 20 anni con una trattenuta effettuata dall’Inps sulla pensione di vecchiaia. La restituzione inizia con il primo rateo della futura pensione di vecchiaia. Una volta completata la restituzione del prestito la pensione, poi, sarà corrisposta per intero.

Cosa fondamentale è che la domanda di APE, che comprende la domanda di pensione di vecchiaia, la domanda di finanziamento, la domanda di assicurazione e l’istanza di accesso al fondo, da liquidare al raggiungimento dei requisiti di legge, non è revocabile, salvo il diritto di recesso da esercitarsi nei termini previsti dalla legge in materia creditizia e bancaria e dal codice del consumo. Nella domanda il richiedente indica sia il finanziatore cui richiedere il prestito sia l’impresa assicurativa alla quale richiedere la copertura del rischio di premorienza.

Conclusioni

Da quel che può comprendere, quindi, l’Ape volontario è legato alla pensione di vecchiaia e non è possibile interrompere il prestito pensionistico al raggiungimento dei requisiti contributivi per accedere alla pensione anticipata. Se accede all’Ape volontario, quindi, potrà poi accedere alla sua futura pensione di vecchiaia al compimento dei 67 anni. Se intende, invece, fruire della pensione anticipata con i 43 anni e 3 mesi di contribuzione versata dovrà continuare a lavorare fino alla maturazione del requisito senza accedere all’Ape volontario.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti”

Argomenti: , , ,