Presentazione 730 2013, ecco chi è esonerato

Chi sono i soggetti che non devono utilizzare il modello 730 per la dichiarazione dei redditi relativa al periodo di imposta 2012

di , pubblicato il
Chi sono i soggetti che non devono utilizzare il modello 730 per la dichiarazione dei redditi relativa al periodo di imposta 2012

Rinviata la scadenza della presentazione della dichiarazione 730 2013 ai CAF e intermediari abilitati al 10 giugno prossimo. Ma quali sono i casi di esonero dall’utilizzo del modello?

Esonero presentazione 730 2013

Esistono casi di esonero generale e casi di esonero particolare per la presentazione della dichiarazione 730 2013. Vediamo nei dettagli.

Presentazione 730 2013: casi di esonero generale

La condizione generale di esonero dalla presentazione del modello 730, valevole per tutti, è il possesso di redditi d’impresa, anche in forma di partecipazione, redditi di lavoro autonomo per i quali è richiesta la partita Iva (come ad esempio i redditi percepiti da chi esercita arti e professioni in forma abituale), redditi “diversi” (ad esempio, proventi derivanti dalla cessione totale o parziale di aziende, proventi derivanti dall’affitto e dalla concessione in usufrutto di aziende). Questi contribuenti non possono utilizzare il modello 730, ma devono presentare il modello Unico Persone fisiche.

Presentazione 730: casi  di esonero particolari

I casi particolari di esonero dall’utilizzo del 730 2013, riguardano la tipologia di reddito e il limite reddituale. Nel primo caso sono esonerati dalla presentazione del modello 730 tutti quei contribuenti che posseggono i seguenti tipi di reddito:

– reddito da abitazione principale, relative pertinenze e altri fabbricati non locati,

– reddito da lavoro dipendente/pensione,

– reddito da rapporti di collaborazione coordinata e continuativa compresi i lavori a progetto,

– redditi esenti (come le rendite che eroga l’Inail per invalidità permanente o per morte, borse di studio, pensione di guerra, assegni per ciechi civili, sordi e invalidi, pensioni sociali),

– redditi soggetti a imposta sostitutiva (come interessi sui BOT),

–  redditi soggetti a ritenuta alla fonte a titolo di imposta (come interessi sui conti correnti bancari o postali e redditi derivanti da lavori socialmente utili).

Per ciò che riguarda i limiti reddituali, sono ricompresi nell’esonero dalla presentazione della dichiarazione 730 2013 anche chi possiede esclusivamente redditi:

-da terreni o fabbricati con limite di reddito uguale o inferiore a 500 euro,

–  redditi da lavoro dipendenti o assimilato con limite di 8.000 con periodo di lavoro non inferiore a 365 giorni,

– reddito da pensione con limite di 7.500 con periodo di pensione non inferiore a 635 giorni.

Argomenti: