Prepensionamento statali, la circolare della PA

Il ministro della Pubblica amministrazione, Marianna Madia, ha firmato la circolare sul prepensionamento dei dipendenti statali ancora in servizio.

di , pubblicato il
Il ministro della Pubblica amministrazione, Marianna Madia, ha firmato la circolare sul prepensionamento dei dipendenti statali ancora in servizio.

Firmata la circolare del Ministero della Pubblica amministrazione sul prepensionamento obbligatorio dei dipendenti statali, la circolare n. 2/2015 dal titolo “Soppressione del trattenimento in servizio e modifica della disciplina della risoluzione unilaterale del rapporto di lavoro”.

Prepensionamento statali: la circolare della PA

La circolare della Madia sopprime il trattenimento in servizio per i dipendenti pubblici che hanno già raggiunto l’età pensionabile, anche se sono previste eccezioni per alcuni casi particolari.

La nuova disciplina è finalizzata a favorire il ricambio generazionale nella categoria dei lavoratori statali. Il provvedimento prevede la risoluzione del rapporto di lavoro obbligatoria, per coloro che hanno maturato i requisiti per la pensione di vecchiaia ovvero il diritto alla pensione anticipata, avendo raggiunto l’età limite ordinamentale.

 Prepensionamento statali: le eccezioni per magistrati e personale scuola

Quanto alla disciplina speciale valida per i magistrati, la data limite per l’efficacia dei trattenimenti in servizio, seppure ancora non disposti, per i magistrati ordinari, amministrativi, contabili e militari è il 31 dicembre 2015, data oltre la quale coloro che ne stiano fruendo devono essere collocati a riposo. Per tali categorie di personale, pertanto, è ancora possibile disporre il trattenimento, che non potrà avere durata tale da superare la predetta data. Per quanto riguarda invece il personale della scuola, il regime ha esaurito i suoi effetti il 31 agosto 2014 e come tale nessun dipendente del comparto scuola, quindi, può trovarsi ancora in servizio in virtù del trattenimento eventualmente operato.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: