Premio Mamma, 500 euro a figlio nato nel 2019: chi può richiederlo, dove e da quando

Premio Mamma: 500 euro a chi ha avuto un figlio nel 2019. Requisiti per capire chi può fare domanda e validità (fino a quando sarà in essere).

di , pubblicato il
Premio Mamma: 500 euro a chi ha avuto un figlio nel 2019. Requisiti per capire chi può fare domanda e validità (fino a quando sarà in essere).

Si chiama Premio Mamma: è un bonus di 500 euro che il Comune di Pisa, con delibera di Giunta approvata lo scorso 7 novembre, ha riconosciuto alle donne che hanno dato alla luce un figlio nel 2019. La misura, quindi, si va ad aggiungere al bonus bebè introdotto a maggio e rappresenta un nuovo importante sostegno alla natalità.

Premio Mamma 2019, requisiti e importo: chi può fare domanda

L’erogazione del cd Premio Mamma prevede un bonus di 500 euro per i nati nel 2019. Possono fare domanda tutte le neo mamme, incluse quelle adottive, a patto che non superino un reddito di 25 mila euro l’anno.

Premio Mamma: 500 euro anche per i nati nel 2020?

Le donne incinta che partoriranno il prossimo anno sperano nella proroga del premio mamma 2020. Le parole dell’assessore al welfare Gianna Gambaccini su questo punto sembrano essere rassicuranti: “nel bilancio di previsione per il prossimo anno abbiamo già previsto la conferma sia del Bonus bebè che del ‘premio Mamma’, insieme a molti altri servizi e progetti nuovi pensati per fornire supporto concreto a famiglie, anziani, disabili, adolescenti e fasce deboli della popolazione

Altri requisiti per il premio mamma sono: cittadinanza italiana (o di uno Stato appartenente all’Unione Europea, oppure la cittadinanza di uno Stato non appartenente all’Unione Europea, purché in possesso di permesso di soggiorno CE di lungo periodo in corso di validità) e residenza nel Comune di Pisa negli ultimi 5 anni dal momento in cui si presenta la domanda.

Della ricezione delle domande e costituzione della graduatoria dei beneficiari sarà competente la Società della salute zona pisana. Sono considerati criteri preferenziali per l’assegnazione dei punteggi in graduatoria: la storicità residenziale, la presenza di disabili in famiglia e di altri figli nel nucleo familiare.

Il bando sarà pubblicato entro fine novembre mentre il termine per la scadenza della domanda è fissato al 31 gennaio 2020.

 

Argomenti: ,