Pokemon Go è un lavoro pagato a 15 euro l’ora

Pokemon Go diventa un vero lavoro, è di Ravenna il primo giocatore a pagamento che guadagna 15 euro all'ora

di , pubblicato il
Pokemon Go diventa un vero lavoro, è di Ravenna il primo giocatore a pagamento che guadagna 15 euro all'ora

Professione giocatore di Pokemon Go, è una nuova professione che nasce intorno al gioco. A lanciare il primo servizio nazionale di gioco Pokemon Go, è stato il portale di ricerca lavoro e offerta servizi ProntoPro.it, che ha lanciato la nuova professione a quindici euro l’ora per far crescere di livello chi non ha tempo e voglia di andare in giro a caccia di Pokemon.

Pokemon Go: il primo giocatore a pagamento italiano

Il primo a iscriversi sul portale come ’giocatore a pagamento’ è stato un ventisettenne di Ravenna, seguito da decine di volontari. Il costo della prestazione è di quindici euro all’ora, per un massimo di due ore al giorno. Il giocatore a pagamento dovrà nelle due ore andare in giro per la città a caccia di mostriciattoli o li farà allenare in palestra.
I cliente per permette al giocatore esperto di giocare, dovrà prestare il proprio cellulare o condividere l’accesso Gmail. Il portale dei servizi, in entrambi i casi, raccomanda di prendere precauzioni.

Pokemon Go: un sistema virale

La nuova professione del giocatore a pagamento è una delle forme di monetizzazione che stanno nascendo intorno a Pokemon Go. Su eBay ci sono già in vendita account che hanno raggiunto livelli molto alti di gioco. Ci si aspetta che il gioco, darà la possibilità di scambiarsi i Pokemon catturati e allenati, anche questi scambi avranno un pagamento. Intanto i bar e ristoranti che hanno vicino un Pokestop, ovvero un nuovo punto di gioco che raduna molti partecipanti, vedono crescere il proprio giro d’affari.

Pokemon Go: arriva la prima multa

Argomenti: ,