Pignoramento abitazione principale: stop prolungato con il decreto Ristori

Le procedure esecutive di pignoramento dell’immobile adibito ad abitazione principale furono già sospese con il decreto Cura Italia

di , pubblicato il
Le procedure esecutive di pignoramento dell’immobile adibito ad abitazione principale furono già sospese con il decreto Cura Italia

Il decreto Ristori (decreto-legge n. 137 del 2010) proroga la sospensione delle procedure di pignoramento degli immobili adibiti ad abitazione principale.

In sede di premessa, vogliamo ricordare che la disciplina del pignoramento immobiliare è contenuta negli da 555 a 559 del codice di procedura civile e prevede le seguenti attività:

  • iniziativa del creditore procedente, che si concretizza in un atto scritto (c.d. libello) contenente la descrizione dei beni e dei diritti immobiliari individuati che si intendono sottoporre ad esecuzione
  • sottoscrizione dell’atto
  • ingiunzione ex art. 492 da parte dell’ufficiale giudiziario
  • notificazione al debitore
  • trascrizione nei pubblici registri immobiliari
  • deposito nella cancelleria del tribunale competente (art. 557), onde consentire la formazione del fascicolo dell’esecuzione.

La sospensione della procedura del pignoramento abitazione principale: la proroga del decreto Ristori

Il legislatore, con l’art. 54-ter del decreto Cura Italia, al fine di contenere gli effetti negativi dell’emergenza epidemiologica Covid-19, aveva stabilito la sospensione su tutto il territorio nazionale, fino al 25 ottobre 2020,

“di ogni procedura esecutiva per il pignoramento immobiliare (di cui all’articolo 555 de codice di procedura civile) che avesse ad oggetto l’abitazione principale del debitore, ossia quella in cui quest’ultimo dimora abitualmente”.

Con l’art. 4 del decreto Ristori, ora si è stabilita la proroga della sospensione, dal 25 ottobre 2020 al 31 dicembre 2020. Pertanto, salvo future ed ulteriori proroghe, le procedute esecutive di pignoramento sull’abitazione principale potranno riprendere dal 1° gennaio 2021.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,