Piano casa 2014 in Gazzetta ufficiale. Ecco il testo

In vigore dal 29 marzo 2014 le novità del Piano casa 2014 pubblicato sulla Gazzetta ufficiale. Ecco il testo completo

di , pubblicato il
In vigore dal 29 marzo 2014 le novità del Piano casa 2014 pubblicato sulla Gazzetta ufficiale. Ecco il testo completo

 Pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il Piano casa 2014, il decreto legge n. 47 del 2014 contenente “Misure urgenti per l’emergenza abitativa, per il mercato delle costruzioni e per Expo 2015” e in vigore dal 29 marzo 2014.

Piano casa 2014 Gazzetta ufficiale

Sostegno all’affitto a canone concordato, ampliamento dell’offerta di alloggi popolari e sviluppo dell’edilizia residenziale sociale, sono i punti principali del Piano casa 2014.

Ecco il testo completo del piano casa 2014

Testo Piano casa: le novità

 Le misure più importanti contenute nel Piano casa 2014, vanno dal rifinanziamento del Fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione e del il Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli, con rispettivamente 100 e 226 milioni di euro.

 Cedolare secca canone concordato: il taglio al 10%

 Si prevede poi il taglio alla cedolare secca per i contratti a canone concordato che passa dal 15 al 10 per cento per gli anni 2014-2017, un taglio fruibile anche in caso di abitazioni date in locazione a cooperative o a enti senza scopo di lucro, purché sublocate a studenti con rinuncia all’aggiornamento del canone di locazione o assegnazione. 

Per maggiori dettagli si legga:

Piano casa 2014: cedolare secca, case popolari e aiuti per gli affitti. Cosa cambia

 Detrazione canone di locazione: vantaggi per chi vive in un alloggio popolare

L’altra novità contenuta nel Piano casa 2014 riguarda l’aumento delle detrazioni Irpef per chi vive in affitto. In particolare si prevede che per gli anni 2014, 2015 e 2016 ai soggetti titolari di contratti di locazione di alloggi sociali adibiti a propria abitazione principale spetta una detrazione complessivamente pari a:

  • 900 euro, se il reddito complessivo non supera i 15.493,71 euro;
  • 450 euro, se il reddito complessivo supera i 15.493,71 euro ma non supera i 30.987,41 euro.

 Si rinvia a Affitti, come cambia la detrazione Irpef nel Piano casa 2014

Lotta all’occupazione abusiva

Più rigore nei confronti di chi occupa abusivamente un immobile che non potrà chiedere né la residenza, né l’allacciamento ai pubblici servizi. Una norma che mira al ripristino delle situazioni di legalità che l’attuale quadro normativo non riesce a garantire.

 

[fumettoforumright]

 Per le altre misure si rinvia a:

 Piano casa 2014: cedolare secca, case popolari e aiuti per gli affitti. Cosa cambia

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: