Permesso studio lavoro per esame università: quanti giorni e a che condizioni?

Permesso studio per sostenere l'esame universitario: quanti giorni spettano?

di , pubblicato il
Permesso studio per sostenere l'esame universitario: quanti giorni spettano?

Il permesso studio per sostenere un esame universitario è limitato alla data della prova? Non sempre gli studenti lavoratori sono consci dei loro diritti in materia. E’ bene dunque fare chiarezza e ribadire le regole in un’ottica di conciliazione studio-lavoro.

Quanti giorni di permesso studio sono previsti per un esame universitario?

Oltre al giorno dell’esame vero e proprio, il lavoratore studente ha diritto ai due giorni lavorativi precedenti la prova.

Se l’esame cade di lunedì quindi il datore non può contare il week end ma sarà tenuto a riconoscere il permesso nella settimana antecedente all’esame. Il fatto di dover preparare l’esame infatti non toglie al lavoratore il diritto al riposo.

Permesso studio per esame: documentazione e quando può essere negato

In sede di esame il lavoratore dovrà richiedere alla commissione esaminatrice certificazione della sua presenza da presentare al datore di lavoro. Il permesso per l’esame, sebbene dovuto, non viene però retribuito se lo stesso esame è già stato sostenuto due volte con esito negativo. I lavoratori studenti inoltre hanno diritto a 120 ore di permesso non retribuito durante l’anno, da programmare a cadenza trimestrale e compatibilmente con le esigenze produttive ed organizzative dell’azienda presso cui si presta servizio.

Leggi anche:

Quali contratti prevedono il diritto ai permessi studio?

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,