Permessi legge 104 e cumulo con congedo straordinario frazionato

Congedo straordinario retribuito frazionato a giorni cumulabile con i permessi legge 104: attenzione al week end che potrebbe essere conteggiato come congedo.

di , pubblicato il
assistenza familiare legge 104 e part-time

Buongiorno. Complimenti per il Vs servizio, che penso sia il più completo ed aggiornato sul web.
Vengo al mio quesito, non so se già è stato posto:
fruisco dei 3 giorni mensili per assistere mia madre che ha avuto riconosciuta la 104 più l’indennità di accompagnamento.
Stavo valutando di fruire anche della possibilità dei 2 anni frazionandoli in giorni per sfruttare al massimo i 730 totali.
Pensavo quindi di lavorare una settimana si e una no prendendo di volta in volta 5 giorni dal lunedì al venerdì.
Nelle settimane che lavoro posso usufruire anche dei 3 giorni mensili che già sto prendendo? C’è la possibilità di cumulo nello stesso mese dei 2 istituti?
Ringrazio in anticipo per la risposta.

 

Fruendo del congedo straordinario frazionato si può continuare a fruire anche dei 3 giorni di permessi mensili 104 poiché i due istituti sono cumulabili. Ci tengo, però, a farle presente che fruendo del congedo biennale frazionato così come anticipato c’è il rischio che le vengano conteggiate come giornate di congedo anche il sabato e la domenica.

Per non vedersi conteggiare il sabato e la domenica come giorni di congedo straordinario, è necessario, tra un periodo e l’altro di congedo (e prima e dopo festività e riposi) l’effettiva ripresa del lavoro. Per non effettuare il conteggio del fine settimana, quindi, è necessario che il venerdì e il lunedì siano lavorati.

Per chi fruisce del congedo frazionato, come lei, è necessario, tra un frazionamento e l’altro, la ripresa effettiva del lavoro. A precisarlo è l’Inps nella circolare numero 64  del 15 marzo 2001 “ai fini della frazionabilità stessa, tra un periodo e l’altro di fruizione è necessaria – perché non vengano computati nel periodo di congedo straordinario i giorni festivi, i sabati e le domeniche – l’effettiva ripresa del lavoro […]”, nella stessa circolare si specifica che “due differenti frazioni di congedo straordinario intervallate da un periodo feriale o altro tipo di congedo, debbono comprendere ai fini del calcolo del numero di giorni riconoscibili come congedo straordinario anche i giorni festivi e i sabati (settimana corta) cadenti subito prima o subito dopo le ferie (o altri congedi o permessi)”. 

La stessa cosa viene ribadita anche nella circolare numero 1 della Funzione Pubblica del 3 febbraio 2012 in cui si precisa che il sabato e domenica “non saranno conteggiate nel caso in cui la domanda di congedo sia stata presentata dal lunedì al venerdì, se il lunedì successivo si verifica la ripresa dell’attività lavorativa ovvero anche un’assenza per malattia del dipendente” o del disabile di cui si occupa.

Come fruire al massimo del congedo straordinario continuando a godere anche dei 3 giorni di permessi 104? Potrebbe decidere di lavorare tutte le settimane ma soltanto il lunedì e il venerdì e una settimana al mese e invece che fruire dei 3 giorni di congedo straordinario utilizzare i 3 giorni di permessi legge 104.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.
Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,