Permessi legge 104 2 ore al giorno: quale procedura per richiederli?

Permessi legge 104 fruiti in modalità di 2 ore al giorno : a chi va fatta la richiesta? Influiscono sulla maturazione delle ferie?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
permessi-legge-104

Salve,

ho letto con attenzione la vostra rubrica sul web e Vi sarei grato avere la seguente precisazione:

Sono un lavoratore disabile (riconosciuto con legge 104 art 3 comma 1 ed art 3 comma 3) e sto usufruendo di N° 3 giorni al mese di permesso retribuito.

Il mio orario di lavoro è di 8 ore al giorno e 40 ore settimanali.

Vorrei modificare la fruizione dei permessi da 3 giorni al mese a 2 ore al giorno come previsto dalla legge.

A tal proposito volevo chiedervi gentilmente:

1)Quale è la procedura da seguire?

2)Una volta optato per la modalità di due ore, se in un  mese ci sono 20 giorni lavorativi, usufruirò di N° 40 ore di permesso, mentre se  ce ne sono 21 ne usufruirò di 42 ore, ecc. ?

3)Questa opzione ha influenza sulle ferie riducendole o restano quelle previste dal contratto di lavoro a prescindere?

Vi sono molto grato di una sollecita risposta.

Ringraziandovi anticipatamente porgo cordiali saluti.

 

Permessi legge 104 2 ore al giorno, chiariamo i dubbi

Per il lavoratore disabile è prevista dalla stessa legge 104 1992 all’articolo 33 la possibilità di fruire, alternativamente ai 3 giorni al mese di permessi, di 2 ore al giorno.

Ad introdurre questa possibilità è la legge 104/92 al comma 6 dell’articolo 33 che prevede per le persone maggiorenni con handicap grave l’alternativa di fruire di 2 ore al giorno di permessi anzichè di 3 giorni al mese.

Le due ore al giorno possono essere fruite, indipendentemente dal contratto e dall’orario mensile di lavoro, in base alle ore effettive lavorate giornalmente e possono fruirne i lavoratori con orario di lavoro giornaliero pari o superiore alle 6 ore.

Per coloro che lavorano meno di 6 ore al giorno, invece, spetta una sola ora di permesso quotidiana.

Permessi 104 2 ore al giorno: a chi fare richiesta?

I permessi 104/92 giornalieri sono equiparati dalla circolare INPDAP numero 49 del 2000 ai permessi per allattamento e possono, quindi, essere fruiti nella stessa modalità.

I permessi ad ore della legge 104 vanno stabiliti in accordo con il datore di lavoro (la decisione, ad esempio di entrare al lavoro due ore dopo o uscire 2 ore prima o, ancora, spezzare l’orario di lavoro con le 2 ore di permesso o fruire di 1 ora al mattino e una al pomeriggio ecc…) che, in ogni caso,non può rifiutarsi di concederle.

Per frazionare in 2 ore al giorno i suoi permessi legge 104, avendo già l’autorizzazione alla fruizione dei permessi legge 104, la richiesta (che le ricordo non può essere rifiutata) deve essere presentata soltanto al datore di lavoro.

Una volta optato per questa fruizione, per rispondere alla sua seconda domanda, potrà fruire di 2 ore al giorno per quanti sono i giorni lavorativi del mese.

Permessi legge 104: influenzano la maturazione delle ferie?

Per quel che riguarda la ferie la loro maturazione non è influenzata dai permessi 104.  In base a quel che scrive il Consiglio di Stato nel Parere numero 3389 del 9 novembre 2005 sono soggetti a riduzione solo i permessi fruiti da genitori che assistono figlio con disabilità grave che cumulano i permessi al congedo parentale e al congedo per malattia del figlio. In tutti gli altri casi non devono essere applicate decurtazioni o riduzioni sulla maturazione delle ferie (e anche della tredicesima mensilità).

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lettere, Quesiti permessi legge 104, Welfare e previdenza, Legge 104