Permessi 104 per danni urgenti in casa anche se non ci vive il disabile?

Che cosa succede se i permessi 104 si usano per danni urgenti non legati all'assistenza del disabile.

di , pubblicato il
legge 104

Può il lavoratore utilizzare i permessi 104 per eventi imprevisti o danni urgenti anche se non strettamente legati all’assistenza al disabile? Una recente sentenza della Cassazione stabilisce che il licenziamento in questa ipotesi è illegittimo.

Danni in casa urgenti: si possono usare i giorni dei permessi 104?

Il licenziamento era scattato per abuso dei permessi 104.

Nel caso di specie il dipendente non li aveva utilizzati per assistere il padre disabile ma per far fronte ad un’emergenza in casa dovuta ad infiltrazioni d’acqua.

La Corte d’appello di Salerno ha dichiarato illegittimo il licenziamento condannando la società datrice di lavoro alla reintegrazione immediata del dipendente e al pagamento di un’indennità commisurata a cinque mensilità della retribuzione, oltre accessori nonché alla regolarizzazione dei contributi assistenziali e previdenziali dal momento del licenziamento fino alla effettiva reintegrazione.

Anche la Cassazione ha confermato l’illegittimità del licenziamento, rimandando al giudice di merito la competenza a formulare il giudizio di proporzionalità o di adeguatezza della sanzione dell’illecito commesso dal lavoratore e ponderare la possibilità concreta che questo comprometta irrimediabilmente il rapporto di fiducia tra datore e dipendente. Nel caso specifico il motivo che aveva spinto il lavoratore ad usare i permessi per finalità estranee all’assistenza del disabile aveva un carattere improvviso e urgente.

Peraltro, per due dei giorni oggetto di contestazione non c’era neppure prova del fatto che non fosse stata prestata assistenza.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.