Perché i calciatori non pagano le tasse? Ecco la lista dei campioni di “evasione” e cosa rischiano ora

Calciatori che finiscono nei guai con il Fisco per tasse non pagate: l'ultimo scandalo è solo la punta di un iceberg. E c'è perfino chi rischia di dire addio al calcio

di , pubblicato il
Calciatori che finiscono nei guai con il Fisco per tasse non pagate: l'ultimo scandalo è solo la punta di un iceberg. E c'è perfino chi rischia di dire addio al calcio

Il caso più eclatante storicamente relativamente ai calciatori che hanno avuto problemi con il Fisco italiano è stato probabilmente quello di Maradona, sebbene il suo legale abbia pubblicato proprio di recente un libro in cui racconta una versione meno nota dei fatti cercando di dimostrarne l’innocenza. Ma che i casi di calciatori accusati e condannati per evasione fiscale siano numerosi non è una novità e nei mesi scorsi è esploso un nuovo scandalo in cui molti nomi famosi rischiano di venire a galla non senza conseguenze legali e penali.

Ma visti gli ingaggi dei calciatori più quotati e milionari perché non pagare le tasse? Se lo chiedono in molti. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza su questo aspetto oscuro del mondo del calcio.

Football Leaks: ecco la lista dei calciatori che non pagano le tasse

La bolla è scoppiata pubblicamente a fine 2015, quando è esploso lo scandalo Football Leaks, che ha fatto tremare il calcio spagnolo e non solo.  Il sito è stato poi rimpiazzato, anche a seguito di minacce e attacchi informatici, da EIC (European Investigative Collaborations), un pool di 12 testate europee tra le quali spiccavano nomi importanti come l’Espresso e El Mundo. Nel ciclone sono finiti Cristiano Ronaldo in primis ma anche Pepe e Carvalho. Il paradiso fiscale preferito sembrerebbero essere le Isole Vergini ma trasferimenti di capitale sono stati registrati anche verso Panama. Non si può negare che in molti casi, di fronte ad ingaggi di quel livello, i giocatori non si curino personalmente dell’amministrazione delle proprie risorse ma, anche nelle questioni fiscali, deleghino manager e commercialisti. Bisognerebbe quindi capire quanto e in quale misura si possa ravvisare una responsabilità personale ma questo vale del resto per tutte le persone con redditi alti, dagli sportivi al mondo dello spettacolo, e non può certo rappresentare una scusante a livello legale ma può solo aiutare a rispondere alla domanda di cui sopra e che molti “comuni mortali” si pongono.

Neymar rischia di dire addio al calcio?

E che le conseguenze possano essere anche molto gravi è dimostrato dal recentissimo caso Neymar: accusato di frode e corruzione, il calciatore brasiliano, insieme al padre-manager rischia fino a due anni di carcere, oltre alla multa di 10 milioni di euro, e potrebbe essere costretto a rinunciare alla carriere di calciatore.

  Già in passato Neymar aveva dovuto pagare una multa per evasione fiscale e frode di circa 125.000 euro, per tasse evase nel biennio 2007-2008.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,