Pensioni scuola: quale uscita anticipata per le maestre nel 2022

Pensioni scuola: quale uscita anticipata per le maestre nel 2022. La risposta sta nell'accesso alla quota 41 riservata, nello specifico, alle maestre ed ai maestri della scuola dell’infanzia. Ed anche agli educatori degli asili nido. Ecco come funziona e i requisiti.

di , pubblicato il
Pensioni scuola: quale uscita anticipata per le maestre nel 2022

Per le pensioni scuola: quale uscita anticipata per le maestre nel 2022? La risposta sta nell’accesso alla quota 41 riservata, nello specifico, alle maestre ed ai maestri della scuola dell’infanzia. Ed anche agli educatori degli asili nido.

La quota 41 per le pensioni scuola, è bene ricordarlo subito, non è da confondere con l’attuale quota 41 di cui si parla tanto. Quella fortemente chiesta dai sindacati nell’ambito del tavolo di confronto con il Governo italiano sulla riforma delle pensioni. Si tratta, nello specifico, di una misura per andare in pensione anticipata con 41 anni di contributi. Indipendentemente dal requisito anagrafico, e quindi senza vincoli e senza limiti di età.

Pensioni scuola: quale uscita anticipata per le maestre nel 2022?

Mentre la quota 41 per le maestre è una misura che è già in vigore e che è strutturale. E che è comunemente nota come quota 41 pensione precoci. In quanto tra i requisiti di accesso, per le pensioni anticipate scuola maestre e maestri, c’è quello relativo al versamento di almeno 1 anno di contributi. Prima del compimento del 19esimo anno di età.

La pensione anticipata scuola per maestri e maestre, quindi, è una prestazione pensionistica per i lavoratori precoci. E rientra, per il mondo della scuola, in una delle categorie di lavori gravosi fissate ai sensi di legge. La quota 41 pensione precoci, di conseguenza, è per molti ma non per tutti.

Uscita anticipata per le maestre nel 2022, per molte ma non per tutte

In quanto per le pensioni scuola non tutte le maestre ed i maestri hanno versato almeno 1 anno di contributi previdenziali. Prima del compimento dei 19 anni di età. Inoltre, la domanda quota 41 pensione precoci, maturati i requisiti, deve essere presentata all’INPS nell’anno entro e non oltre la data dall’1 marzo.

Dopodiché l’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale concederà la pensione anticipata alla maestra, tra l’altro, solo dopo aver verificato che c’è la copertura finanziaria. Rispetto alla quota 41 attualmente chiesta a gran voce dalle parti sociali, quella per i lavoratori precoci della scuola, quindi, presenta dei requisiti di accesso alla pensione anticipata che sono palesemente più stringenti.

Argomenti: , , , , ,