Pensioni: recupero quote corrisposte indebitamente sull’assegno di agosto 2015

I recuperi delle somme erogate in più sulle pensioni del 2013 avverranno a partire dal mese di agosto 2015.

di , pubblicato il
I recuperi delle somme erogate in più sulle pensioni del 2013 avverranno a partire dal mese di agosto 2015.

I recuperi degli importi indebitamente corrisposti ai  pensionati pubblici nel 2013 verranno effettuati dal mese di agosto 2015. A renderlo noto è l’Inps con il messaggio 2821 del 2015 dopo aver effettuato verifiche nei confronti dei pensionati della Gestione dipendenti pubblici che hanno prestazioni legate al reddito. Se durante l’anno 2013 sono state liquidate quote di pensioni ai superstiti superiori a quelle stabilite dai limiti di cumulabilità, tutto quanto eccede sarà recuperato dall’assegno del mese di agosto 2015.

In ogni caso i pensionati interessati dal recupero degli importi pensionistici riceveranno una lettera dall’Inps nella quale sarà comunicato, oltre alle modalità di recupero, anche l’importo da recuperare. Per il recupero l’Inps provvederà a trattenere un quinto dell’importo complessivo della pensione a partire dal mese di agosto 2015 e fino a quando non avrà recuperato tutte le somme da restituire. Qualora la rateizzazione massima, pari a 60 rate, non consentisse il recupero totale e se il pensionato è titolare anche di una pensione diretta, l’importo restante sarà recuperato da quel trattamento. Entro 30 giorni dal ricevimento della lettera il pensionato potrà richiedere chiarimenti in merito all’Inps recandosi presso la Direzione provinciale che ha in carico la gestione della pratica.

Argomenti:

I commenti sono chiusi.