Pensioni, la rivalutazione tocca gli assegni 2015. Ecco di quanto

Cambiano gli importi delle pensioni per effetto della rivalutazione 2015 dell'Inps. Ecco i dati

di , pubblicato il
Cambiano gli importi delle pensioni per effetto della rivalutazione 2015 dell'Inps. Ecco i dati

Nuove non buone per i pensionati: per effetto della rivalutazione delle pensioni, gli importi dell’assegno per il 2015 sarà ritoccato dello 0,33%, mentre per il 2014 è ufficialmente stabilito il tasso dell’,1% contro quello provvisorio finora applicato dell’1,1%. Conseguenza? Nel 2015 i pensionati dovranno anche restituire parte delle pensione incassata.

Pensioni minime: importi 2014 e 2015

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 2 dicembre 2014 il decreto del ministero dell’economia e delle finanze che prevede la rivalutazione automatica delle pensioni che per il 2015 sarà dello 0,3%.

Ciò comporta che:

  • assegno Inps minimo 2014: 500,88 euro
  • assegno Inps minimo 2015: 502,38 euro

Pensioni rivalutazione Inps

La legge di stabilità 2014 ha previsto questi tassi di rivalutazione delle pensioni:

  • 0,3% per assegno fino a 3 volte il minimo, quindi fino a 1502,64 euro
  • 0,258% per assegno oltre tre e fino a 4 volte il minimo
  • 0,225% per assegno oltre 4 e fino a 5 volte il minimo
  • 0, 135% per assegno oltre 5 e fino a 6.

  Si attende nei prossimi giorni un intervento dell’Inps, una circolare esplicativa o un messaggio, che ufficializzi i nuovi importi dell’assegno mensile di pensione per effetto della rivalutazione e le modalità di recupero della pensione già incassata.  

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,