Pensioni, indicizzazione più generosa dal 2019

Pensioni il Governo si è impegnato a reintrodurre fasce di rivalutazione degli assegni più favorevoli per i pensionati, ma solo dal 2019.

di , pubblicato il
Pensioni il Governo si è impegnato a reintrodurre fasce di rivalutazione degli assegni più favorevoli per i pensionati, ma solo dal 2019.

Pensioni, dal 2019 si tornerà al sistema di rivalutazione standard previsto dalla legger 388/2000. Quello in vigore dal 2011, prima dell’introduzione della legge Fornero.

Pensioni: siglato accordo tra Governo e sindacati

Il 28 Settembre Governo e sindacati hanno siglato un documento che certifica l’impegno dell’esecutivo a reintrodurre alla scadenza dell’attuale meccanismo di rivalutazione degli assegni il previgente sistema di indicizzazione.
L’attuale sistema, in vigore dal 1° gennaio 2014 sino al 31 dicembre 2018 prevede, fermo restando la piena indicizzazione all’inflazione degli assegni sino a 3 volte il minimo, una rivalutazione:

  • al 95% per i trattamenti tra 3 e 4 volte il minimo Inps;
  • al 75% tra 4 e 5 volte;
  • al 50% tra 5 e 6 volte;
  • al 45% per gli assegni oltre le sei volte il minimo.

Questo meccanismo è stato disposto dalla Riforma Fornero nel biennio 2012-2013. Il meccanismo doveva scadere il 31 dicembre 2016, ma l’ultima legge di Stabilita’, per finanziare la proroga dell’opzione donna ed altre misure a sostegno dei pensionati, lo ha prorogato di altri due anni.

Pensioni: indicizzazione più generosa dal 2019

Dal 1° gennaio 2019 verranno ripristinate le percentuali di rivalutazione più generose previste dalla legge 388/2000 secondo la quale gli assegni devono essere indicizzati pienamente all’inflazione fino a tre volte il minimo, nella misura del:

  •  90% per le fasce da tre a cinque volte il minimo;
  • del 75% per i trattamenti eccedenti il quintuplo del minimo Inps.

Con l’impegno siglato dal Governo e Sindacati, arriva anche l’impegno a valutare la possibilità di utilizzare un diverso indice per la rivalutazione delle pensioni, maggiormente rappresentativo della struttura dei consumi dei pensionati, e a valutare la possibilità di recuperare parte della mancata indicizzazione ai fini della rivalutazione una tantum del montante nel 2019.

Pensioni: si apre uno spiraglio per i pensionati penalizzati dalla legge Fornero

Quest’ultima misura apre uno spiraglio a quei pensionati coinvolti nel blocco dell’indicizzazione Fornero negli anni 2012 e 2013. Il Governo ha aperto ad una rivalutazione una tantum di queste pensioni nel 2019.

Argomenti: , , ,