Pensioni d’oro: i tagli che fine hanno fatto? Nessuna traccia nella Legge di Bilancio

Taglio pensioni d'oro: perché non è nella Legge di Bilancio 2019? Si farà lo stesso? In che modo saranno ridotti gli assegni?

di Alessandra De Angelis, pubblicato il
Taglio pensioni d'oro: perché non è nella Legge di Bilancio 2019? Si farà lo stesso? In che modo saranno ridotti gli assegni?

La bozza della Legge di Bilancio 2019 sbarca in Parlamento e inizia l’iter che porterà ad aggiungere emendamenti modificando il progetto iniziale. Da un primo esame la prima cosa che emerge è l’assenza del tanto annunciato e discusso taglio delle pensioni d’oro (ovvero gli assegni superiori a 4500 euro al mese). E sul fronte previdenziale questo è uno dei nodi che dividono le due maggiori forze politiche al governo. Tutto rimandato per il momento?

Leggi anche: A cosa serve il taglio delle pensioni d’oro?

Pensioni d’oro: cosa farà il governo?

La Lega era propensa a calcolare il contributo da applicare sulla parte della pensione che supera i 90 mila euro lordi annui. Il M5S vorrebbe invece effettuare il calcolo dell’importo del prelievo considerando l’intero assegno della pensione e applicando aliquote che partono dall’8% per arrivare fino al 20%. Non si capiva con esattezza invece quali criteri sarebbero stati applicati per le pensioni calcolate interamente con il metodo contributivo e che, secondo la Lega, sarebbero dovute essere tenute fuori dal prelievo. Nei 108 articoli (una settantina di pagine) non c’è traccia del taglio alle pensioni d’oro e c’è già chi ha accusato il governo di aver rinunciato alla misura per non perdere popolarità. Di Maio invece ha reso noto che il taglio pensioni d’oro si farà e che è allo studio una norma blindata che sarà inserita sottoforma di provvedimento e servirà a sciogliere tutti i nodi sul tipo di taglio. Evidentemente il governo vuole essere certo di contenere al minimo il rischio di ricorsi, già in gran parte annunciati dalla potenziale platea di pensionati interessati al taglio.
L’iter in Parlamento sarà cruciale per conoscere a decisione in merito al taglio delle pensioni d’oro. E non solo.

Legge di Bilancio 2019: quota 100, pensione cittadinanza e altre misure

Anche per quanto riguarda il reddito e pensione di cittadinanza e la riforma delle pensioni con quota 100 al momento la bozza della legge di Bilancio non contiene previsioni precise anche se il governo ha rassicurato che gli interventi si faranno senza rinvii e che i relativi provvedimenti saranno introdotti nel corso della discussione parlamentare con “appositi provvedimenti”.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News pensioni, Penalizzazioni pensioni