Pensioni di dicembre 2021: 5 possibili errori che bisogna controllare nel cedolino

Per le pensioni di dicembre 2021, ecco 5 possibili errori che bisogna controllare nel cedolino INPS. Dalle maggiorazioni previste per l'Assegno per il Nucleo Familiare (ANF) e passando per l'importo riconosciuto per la tredicesima. Tutte le info.

di , pubblicato il
Quota 102 per pochi: la proposta alternativa per la pensione a 64 anni solo con i contributi versati

Per le pensioni relative al mese di dicembre del 2021, ecco 5 possibili errori che bisogna controllare nel cedolino INPS. Dalle maggiorazioni che sono previste per l’Assegno per il Nucleo Familiare (ANF) e passando per l’importo riconosciuto per la tredicesima mensilità.

Oppure, in alternativa, il bonus Natale che è destinato ai pensionati al minimo ed a basso reddito. Ma anche il conguaglio del modello 730 e l’importo base della pensione per chi, dopo essersi ritirato dal lavoro, proprio nel mese di dicembre del 2021 ha percepito la prima mensilità. In più, ricordiamo che, fino all’1/12, le pensioni di dicembre del 2021 con il ritiro alla Posta sono in corso di pagamento. Così come è riportato in questo articolo.

Pensioni di dicembre 2021: 5 possibili errori che bisogna controllare nel cedolino

Nel dettaglio, sulla possibile presenza di errori, il pensionato può chiedere supporto ed assistenza sul territorio. Rivolgendosi in particolare ai patronati. Oppure recandosi presso un Centro di Assistenza Fiscale (CAF). Magari dopo aver preso telefonicamente un appuntamento.

Inoltre, per le pensioni del mese di dicembre del 2021, e per tutte le voci che le compongono, il controllo si può fare pure in proprio. Collegandosi tramite le credenziali al sito Internet dell’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale (INPS).

Come consultare online il cedolino della propria pensione

Per le pensioni del mese di dicembre del 2021, sul sito Internet dell’Istituto di previdenza, a questo link, c’è infatti il servizio di consultazione via web del proprio cedolino. Per accedere al servizio serve il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) oppure la Carta di Identità Elettronica (CIE). Oppure la Carta Nazionale dei Servizi (CNS). Mentre il PIN INPS non è più utilizzabile.

In quanto è stato dismesso dallo scorso 1 ottobre del 2021.

Sulle pensioni del mese di dicembre del 2021, inoltre, il servizio online dell’INPS, per esempio, permette di andare a confrontare con un click gli ultimi due cedolini. Così come si può visualizzare l’elenco dei prospetti di liquidazione. In più, all’occorrenza, il pensionato può pure modificare online i propri dati personali ed i recapiti.

Argomenti: , , , , , , , , , , , , ,