Pensioni: contributi sospesi da versare entro il 31 gennaio

Riprende il versamento dei contributi sospesi lo scorso anno. Entro il 31 gennaio 2021 bisogna versare la prima rata. Le istruzioni dell’Inps.

di , pubblicato il
Riprende il versamento dei contributi sospesi lo scorso anno. Entro il 31 gennaio 2021 bisogna versare la prima rata. Le istruzioni dell’Inps.

Ancora pochi giorni di tempo per versare i contributi sospesi. Lo ricorda l’Inps in un recente messaggio pubblicato sul sito istituzionale a tutti coloro che avevano beneficiato della sospensione per emergenza.

Interessati al versamento dei contributi sospesi sono tutti i contribuenti che avevano chiesto lo scorso anno lo stop durante la prima fase dell’emergenza epidemiologica Covid-19, come previsto dal decreto numero 104 del 2020 (decreto di Agosto).

Contributi sospesi da versare entro il 31 gennaio 2021

Come spiega l’inps nel messaggio numero 102 del 15 gennaio scorso il periodo di sospensione era inizialmente fissato al 16 gennaio 2021. Ma poi, causa il protrarsi dell’emergenza sanitaria, la scadenza è stata prorogata al 31 gennaio.

Ricordiamo che la sospensione dei versamenti era stata concessa per i contribuenti che avevano accusato gravi danni economici e cali di fatturato lo scorso anno. Il governo era intervenuto concedendo la possibilità di rateizzare i versamenti dei contributi sospesi secondo precise modalità.

Ricordiamo che il legislatore ha previsto la possibilità di versare il 50% in unica soluzione entro il 30 ottobre 2020 (o in quattro rate entro il 31 dicembre 2020). Mentre per il restante 50% si sarebbe dovuto versare entro il 16 gennaio 2021 (termine slittato al 31 gennaio). Somme spalmabili fino a 24 rate mensili, ma con primo versamento da effettuarsi entro il 31 gennaio 2021.

Modalità di versamento

L’Inps ricorda che le modalità di versamento del restante 50 per cento dei contributi sospesi è stato illustrato dai messaggi n. 3274 del 9 settembre 2020 e n. 3882 del 23 ottobre 2020.

In sostanza il pagamento per i contribuenti potrà essere effettuato in unica soluzione entro il 31 gennaio 2021 o in rate mensili (massimo 24). Resta inteso che il mancato pagamento di due rate, anche non consecutive, comporterà la decadenza dalla rateizzazione e sull’importo residuo saranno dovuti, con decorrenza 16 settembre 2020, gli interessi legali.

Aziende con dipendenti

Per le aziende con dipendenti il versamento dei contributi sospesi deve essere fatto tramite modello F24, compilando la “Sezione Inps” con le modalità indicate nel messaggio numero 102 del 15 gennaio, utilizzando il codice contributo “DSOS” ed esponendo la matricola dell’azienda seguita dallo stesso codice utilizzato per la rilevazione del credito (N966 – N967 – N968 – N969 – N970 – N971- N972 – N973).

Per il versamento delle rate i contribuenti possono continuare ad utilizzare l’apposita codeline visualizzabile nel “Cassetto previdenziale per Artigiani e Commercianti” alla sezione Posizione assicurativa – Dilazioni: “Mod. F24 Covid19”, dove è possibile scaricare anche il relativo modello “F24” precompilato.

Aziende agricole con dipendenti

Per il versamento delle rate relative all’ulteriore 50 per cento dell’importo dei contributi sospesi, le aziende con i codici di autorizzazione relativi alle sospensioni da Covid-19 devono continuare ad utilizzare la codeline comunicata per il pagamento delle rate del primo 50 per cento dell’importo. La codeline è consultabile nelle news individuali del “Cassetto previdenziale Aziende Agricole”.

I codici di autorizzazione interessati dal presente messaggio sono:

7H – “Azienda interessata alla sospensione dei contributi a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 D.L. n. 9/2020, art. 5”;

7L – “Azienda interessata alla sospensione dei contributi a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 di cui all’art. 61 comma 2 del D.L. 18/2020”;

7Q – “Azienda interessata alla sospensione dei contributi a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. D.L. n. 18/2020, art. 62 comma 2”.

Artigiani e commercianti

Anche per commercianti e artigiani la procedura è la stessa. Per il versamento dei contributi sospesi possono continuare ad utilizzare l’apposita codeline visualizzabile nel “Cassetto previdenziale per Artigiani e Commercianti”.  Accedendo alla sezione posizione assicurativa – dilazioni: “Mod. F24 Covid19”, è possibile scaricare il relativo modello “F24” precompilato.

Lo stesso vale per i contribuenti iscritti alla gestione separata. Per il versamento delle rate, relative all’importo pari all’ulteriore 50 per cento delle somme dovute, i contribuenti provvederanno ai relativi versamenti utilizzando i codici “F24” e le modalità riportate nel messaggio n.

2871/2020, al paragrafo 2.3.

Argomenti: ,