Pensioni: calcolo con metodo contributivo misto, come funziona

In quale modo i lavoratori che hanno i contributi versati in gestioni diverse possono unire tutto per ottenere un'unica pensione con il calcolo contributivo misto?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
In quale modo i lavoratori che hanno i contributi versati in gestioni diverse possono unire tutto per ottenere un'unica pensione con il calcolo contributivo misto?

In quale modo i lavoratori iscritti al sistema contributivo misto che non hanno ancora raggiunto i requisiti per il pensionamento, possono unire tutte le diverse contribuzioni per poter ricevere, al raggiungimento dei requisiti, una sola prestazione previdenziale.   Quali sono i metodi che i lavoratori possono usare per riunire le diverse contribuzioni?    

  •  Il primo metodo è quello della Ricongiunzione dei contributi che riguarda coloro che hanno contribuzioni versate in diverse gestioni previdenziali. Dietro pagamento è possibile trasferire tutti i periodi ottenendo infine una sola pensione. Per poter eseguire una ricongiunzione dei contributi il lavoratore deve presentare una domanda alla gestione previdenziale nella quale ha intenzione di ricongiungere i diversi periodi in modo da coinvolgere sia la contribuzione obbligatoria che quelle volontarie, figurative e riscattate ma non la Gestione separata.
  •  Un altro metodo è quello della totalizzazione dei contributi che permette di avere una sola pensione di vecchiaia, di anzianità o ai superstiti ai lavoratori che hanno versato i propri contributi in diverse casse previdenziali. Quei lavoratori, che non usufruendo della totalizzazione non avrebbero potuto usare tutti i contributi versati, possono ottenere la pensione di vecchiaia con 65 anni e 3 mesi di età e 20 anni di contribuzione versata oppure la pensione anticipata con minimo 40 anni e 3 mesi di contributi.
  •  Un altro metodo è rappresentato dal Cumulo contributivo opzione introdotta con la legge 228/2012 per permettere ai lavoratori di cumulare periodi non coincidenti di lavoro al fine di ottenere un’unica pensione cui potranno accedere con i requisiti previsti dalla Legge Fornero per la pensione di vecchiaia. Il cumulo contributivo è gratuito ma per coloro che risultino già titolari di un trattamento contributivo in una delle gestioni interessate dal cumulo stesso è vietato. Questo sistema è vietato anche per coloro che hanno raggiunto o perfezionato i requisiti che gli permettano l’accesso ad un trattamento pensionistico autonomo.
  •  Per i lavoratori iscritti alla Gestione separata che hanno contributi versati nell’assicurazione obbligatoria è possibile richiedere il conteggio dei contributi soddisfacendo i requisiti che richiedono un’età contributiva inferiori a 18 anni maturata al 31 dicembre 1995 e almeno 15 anni di contributi versati di cui 5 successivi al 31 dicembre 1995.
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Pensioni dipendenti, Pensioni statali

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.