Pensione supplementare di reversibilità, chi ne ha diritto e perché?

Pensione supplementare, che cos'è, a chi spetta e quali sono i requisiti per fare la domanda? Guida completa.

di , pubblicato il
pensione reversibilità

La pensione di reversibilità spetta solo se il defunto era un lavoratore o un pensionato. Spetta al coniuge e ai figli che sono a carico fino a 18 anni, nel caso di figlio disabile spetta sempre possessore di indennità di accompagnamento.

Pensione reversibilità: i requisiti contributivi

La pensione indiretta potrà essere percepita solo se il lavoratore defunto poteva vantare nei cinque anni prima del decesso, almeno  780 settimane di contributi o 260 settimane di contributi di cui almeno 156 settimane nei 5 anni precedenti la data del decesso.

Se il lavoratore non si trova in questa situazione, viene riconosciuto al coniuge un bonus chiamato indennità di morte, una tantum, che sarà calcolato sul montante dei contributi effettivamente versati dall’assicurato.

La pensione supplementare di reversibilità non è automatica, bisogna fare apposita domanda all’Inps. La domanda dovrà essere inviata telematicamente tramite il portale dell’Inps oppure tramite patronati abilitati alla trasmissione.

Pensione di reversibilità, quando spetta e come chiederla

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,