Pensione quota 41 lavoro usurante: quando presentare domanda?

Pensione quota 41 precoci: vediamo l'iter per il riconoscimento e per la presentazione della pensione per un lavoratore usurante.

di , pubblicato il
Lavoratori precoci e lavoro usurante

Buonasera, tempo fa le avevo scritto la mia posizione lavorativa ma non ho ancora ricevuto una sua risposta. Attualmente ho 55 anni con 40 anni di contributi a settembre. Ho cominciato a lavorare a 15 anni come metalmeccanico. Quindi lavoro precoce. Sono 20 anni che guido autobus di linea, quindi lavoro usurante. Chiedo a lei quindi quando riuscirò a concludere la mia chiamiamola vita lavorativa.

Attendo una sua risposta. Grazie.

Rientrano nella quota 41 coloro che hanno almeno 41 anni di contributi, almeno 12 mesi di contributi versati prima del compimento dei 19 anni di età, e appartengono ad una delle categorie tutelate.

I conduttori di autobus di linea rientrano nei lavori usuranti poiché “conducenti di veicoli di capienza complessiva non inferiore a nove posti, adibiti al trasporto collettivo” in base ad “attività usurante di cui al decreto del Ministro del lavoro 19 maggio 1999”.

A settembre 2020, quindi, maturerà i 41 anni di contributi che le permetteranno di accedere alla pensione con la quota 41 e l’iter da seguire per richiedere questo tipo di pensionamento è il seguente: per accedere al beneficio della riduzione del requisito contributivo per lavoratori precoci è necessario presentare una domanda di riconoscimento del beneficio entro il 1° marzo di ciascun anno e solo in caso di esito positivo, anche a seguito di verifica della relativa copertura finanziaria, presentare la domanda di pensione anticipata.

Entro il 1 marzo 2020, quindi, dovrà presentare domanda per il riconoscimento del beneficio, anche se non ha ancora maturato i 41 anni di contributi, solo in seguito, una volta riconosciuta l’appartenenza alla categoria dei precoci e degli usuranti, potrà presentare domanda di pensione. La decorrenza della pensione sarà, poi, 3 mesi dopo il raggiungimento dei requisiti poiché i lavoratori che perfezionano i prescritti requisiti dal 1° gennaio 2019 conseguono il diritto alla decorrenza del trattamento pensionistico decorsi tre mesi dalla maturazione degli stessi, secondo le disposizioni previste dai rispettivi ordinamenti.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.


Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,