Pensione quota 100: solo 62 anni e niente penalizzazioni

Per accedere alla quota 100 saranno necessari, secondo le ultime novità del governo, solo 62 anni di età.

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Quota 100 e alternative possibili

Salve,
dovrei chiedere gentilmente un’ informazione, compio 61 anni a Gennaio con 38 anni di contributi, ho un figlio disabile art 3 comma 3.
Con la nuova quota 100 di questo governo, se va in vigore, non ci sono svincoli per uscire prima o devo aspettare i 64 anni. Prendendo il congedo straordinario dei due anni poi non ho più diritto alla disoccupazione?

 

Con le ultime novità rese note sulle intenzioni del governo sulla quota 100, sembrerebbe che l’accesso alla misura sarà possibile con 62 anni di età e 38 anni di contributi. Il governo, inoltre, ha fatto sapere che l’intenzione è quella di non applicare penalizzazioni sull’assegno pensionistico di chi accede con la quota 100 forse poiché il requisito dei 38 anni resterà fisso anche all’aumentare dell’età anagrafica (63 anni + 38 anni di contributi; 64 anni + 38 anni di contributi ecc…). In questo caso, quindi, per accedere alla pensione le mancherebbe un solo anno, sempre che la misura venga attuata dal governo in tempi brevi.

Per quanto riguarda, invece, la sua domanda sul congedo straordinario legge 151: con tale congedo non perde il diritto alla disoccupazione poiché non si tratta di un licenziamento ma di un congedo per motivi familiari mantenendo il posto di lavoro. Fermo restando che alla fine del congedo deve riprendere il lavoro.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti”

 

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News pensioni, Pensioni anticipate