Pensione Quota 100 per docenti, la scadenza da rispettare

Pensione Quota 100 per docenti, la scadenza da rispettare per poter uscire prima da lavoro, considerando anche le disposizioni MIUR.

di , pubblicato il
pensione scuola

La pensione Quota 100 è stata inserita con il D.L. n. 4/2019, ha un regime sperimentale e ha validità di tre anni, dal 2019 al 2021. I requisiti richiesti sono 62 anni di età anagrafica e 38 anni di contributi. Il decreto differenzia il personale del settore pubblico, privato e del comparto scuola. In quest’articolo, esamineremo il pensionamento con Quota 100 per il comparto scuola, rispondendo ad un quesito di una nostra lettrice.

Pensione Quota 100: comparto scuola

Nel Decreto viene specificato come il personale del comparto scuola può aderire alla Quota 100, precisamente: “Ai fini del conseguimento della “pensione quota 100” per il personale del comparto scuola ed AFAM si applicano le disposizioni di cui all’articolo 59, comma 9, della legge 27 dicembre 1997, n. 449. In sede di prima applicazione, entro il 28 febbraio 2019, il relativo personale a tempo indeterminato può presentare domanda di cessazione dal servizio con effetti dall’inizio rispettivamente dell’anno scolastico o accademico. Sono fatte salve le disposizioni che prevedono requisiti più favorevoli in materia di accesso al pensionamento“.

Pensione anticipata Quota 100: l’uscita nel 2020 o 2021?

Una nostra lettrice ci pone il seguente quesito: Sono una insegnante di scuola primaria che entro agosto 2020 completerà il requisito dei 62 anni previsti per la quota 100. Chiedo: posso presentare domanda di pensionamento entro febbraio 2020 o dovrò attendere il 2021? Grazie del chiarimento.

La normativa per l’anno 2019 ha previsto che i docenti possono fare richiesta di pensionamento per l’anno 2019 con i seguenti requisiti:

  • 62 anni di età
  • 38 anni di contributi.

I requisiti dovranno essere maturati entro il 31 dicembre 2019.

La domanda di pensionamento per i dipendenti del comparto scuola di solito viene presentata nel mese di dicembre, dietro disposizioni del Miur. Quest’anno la domanda è slittata a febbraio 2019, per dare la possibilità ai dipendenti del comparto scuola di poter accedere alle varie forme pensionistiche: Quota 100, Pensione anticipata, Opzione donna, Ape Sociale.

Quindi, se lei matura i requisiti entro agosto 2020, dovrà presentare domanda entro dicembre 2019 su precise indicazione del Miur, e accederà alla pensione dal 1° settembre 2020.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.


Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.