Pensione quota 100: ferie arretrate, domanda, dimissioni, TFR e altri dubbi

Chiariamo ancora qualche dubbio sulla pensione con quota 100: ferie, preavviso, arretrati, TFR e tutto quello che c'è da sapere.

di , pubblicato il
quota-100-pensioni-anticipata

Un nostro lettore prossimo al raggiungimento dei requisiti per accedere alla pensione con quota 100, ci pone alcune domande che potrebbero essere di interesse per tutti gli altri nostri lettori nelle sue stesse condizioni.

Nato il 28.08.1957 e assunto presso una P.A. il 19.09.1983 (al 19.09.2020 saranno 36 anni di anzianità contributiva e poi bisogna aggiungere 1 anno di militare, che io riscattai sia a livello economico che finanziario).

Pertanto io compirò i 38 anni di contributi il 19.09.2020.

A questo punto pongo alcune domande:

1. Ho 200 gg. di ferie arretrate accumulate in vario modo, – posso usufruirle dal momento in cui si aprirà la prima finestra utile per andare via definitivamente e conteggiandole a ritroso;

2. Quando dovrò inoltrare la domanda per beneficiare della quota 100?

3. Quando effettivamente mi dimetteranno dal lavoro?

4. Quando percepirò il primo assegno pensionistico?

5. Il T.F.R. mi sarà tutto liquidato o solo una parte?

6. Volendo sfruttare fino alla scadenza utile della quota 100, quando dovrei inoltrare la domanda?

In attesa di una cortese ed esauriente risposta, (stesso mezzo) porgo distinti saluti.

Pensione quota 100: chiariamo i dubbi

Ricordiamo che per i dipendenti del settore pubblico sono richieste due condizioni essenziali per accedere alla quota 100: una finestra di attesa di 6 mesi dal raggiungimento dei requisiti per la pensione con la misura (38 anni di contributi e 62 anni di età) e la presentazione, presso l’amministrazione di appartenenza, delle dimissioni con un preavviso di 6 mesi.

  1. Maturando i 38 anni di contributi a settembre 2020 lei potrà accedere al pensionamento con quota 100 dal 1 aprile 2020 rispettando in questo modo la finestra di attesa di 6 mesi ma dovrà, contestualmente, presentare dimissioni durante il mese di settembre con decorrenza dal 31 marzo per rispettare anche i 6 mesi di preavviso da dare alla sua amministrazione. Tenendo presente che i giorni di ferie non possono essere fruiti durante il periodo di preavviso dovrà smaltirli entro il settembre 2020 prima, quindi, di entrare nella finestra di attesa di 6 mesi per la decorrenza della pensione (che coincide, appunto, con i 6 mesi di preavviso).
  2. Potrà presentare domanda di pensione già a settembre 2020 ma anche in un momento successivo, importante è che prima del 30 settembre presenti le dimissioni per rispettare il preavviso dovuto all’amministrazione.
    La domanda di pensione, da settembre in poi, può presentarla quando vuole con decorrenza del trattamento dal 1 aprile 2020.
  3. Si dimetterà dal lavoro definitivamente il 31 marzo per accedere al pensionamento il 1 aprile.
  4. Dovrebbe percepire il suo primo assegno pensionistico il 1 aprile 2020, ma se così non fosse la decorrenza della pensione è da aprile e le spetterebbero gli arretrati.
  5. Il TFR le sarà liquidato tutto secondo le normative che ne regolano la liquidazione nella pubblica amministrazione e con la quota 100 è previsto che sia liquidato “al momento in cui il soggetto avrebbe maturato il diritto alla corresponsione stessa” secondo quanto stabilito dall’articolo 24 del decreto legge 201 del 6 dicembre 2011, ovvero al compimento dei 65 anni di età. Se vuole, però, può chiedere l’anticipo del TFR alle banche per un massimo di 45mila euro in attesa della liquidazione del vero e proprio trattamento di fine rapporto.
  6. La domanda per la pensione con quota 100 può essere inoltrata in qualsiasi momento posteriore al raggiungimento dei requisiti, anche nel 2022 se lo si desidera, dopo la scadenza della misura stessa (scadenza valida solo per il raggiungimento dei requisiti ma non per la presentazione delle domande di pensione).

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.
Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: