Pensione Quota 100 e Opzione donna, perfezionamento dei 35 anni di contributi utili

Pensione anticipata Quota 100 e Opzione donna, sul perfezionamento dei 35 anni di contributi, l'Inps chiarisce quali sono utili e quali sono esclusi.

di , pubblicato il
ricongiunzione contributi liberi professionisti

Molti i lettori che ci scrivono in merito alla pensione e il perfezionamento dei 35 anni di contributi. L’Inps con il messaggio 1551 del 16 aprile 2019, ha chiarito quest’aspetto evidenziando il valore della contribuzione figurativa durante la Naspi, sia per la pensione anticipata Quota 100 per il triennio 2019-2021, sia per la pensione anticipata Opzione donna prorogata per l’anno in corso.

Pensione e i 35 anni di contributi utili

L’Inps, nel messaggio sopra indicato, precisa che la contribuzione figurativa maturata durante il periodo di disoccupazione indennizzata Naspi, è utile sia al diritto per l’accesso alla pensione anticipata Quota 100, ma non è utile al perfezionamento dei 35 anni di contributi richiesti. L’Ente, precisa che nei contributi utili per i 35 anni non possono confluire quelli figurativi per malattia e indennità di disoccupazione Naspi e equiparate. Quindi, il requisito si intende soddisfatto al netto di questa contribuzione.

Facciamo un breve esempio: un lavoratore che ha maturato 38 anni di contributi richiesti per la pensione anticipata Quota 100 e ha percepito per due anni l’indennità di disoccupazione NAspi, può accedere avendo maturato una contribuzione di 36 anni utile al perfezionamento della pensione di anzianità. Il periodo considerato utile è al netto dei contributi figurativi malattia e disoccupazione o equiparate.

Opzione donna

L’Inps, sempre nel messaggio sopra riportato, ha chiarito che per le lavoratrici che optano per l’Opzione donna prorogata nel 2019, per il perfezionamento del requisito contributivo richiesto di 35 anni, sono da considerare tutti i contributi a qualsiasi titolo versati (da riscatto, volontari, da ricongiunzione, obbligatori). Fa una precisazione sui contributi figurativi che vanno comunque considerati nei trentacinque anni richiesti, ad esclusione di quelli accreditati per malattia e indennità di disoccupazione retribuite (tipo Aspi, Mini-Aspi e Naspi, ecc.).

Il calcolo dell’assegno pensionistico operato per la pensione anticipata Opzione donna è effettuato con il sistema interamente contributivo.

Leggi anche: Pensione Opzione donna nel 2020 con requisiti maturati nel 2019

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.


Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,