Pensione Quota 100 e congedo straordinario legge 104, il preavviso si allunga

Domanda di pensionamento Quota 100 con il preavviso di sei mesi mentre si fruisce del congedo straordinario per legge 104, i tempi si allungano?

di , pubblicato il
Ape Sociale

La nuova misura pensionistica Quota 100 ha fatto il suo ingresso dal 1° gennaio 2019 con il Decreto-legge n. 4/2019. I requisiti richiesti per poter fare domanda sono 62 anni di età e 38 anni di contributi. I dipendenti del pubblico impiego devono concedere al datore di lavoro un preavviso di sei mesi, per dare la possibilità all’amministrazione di sostituire il lavoratore senza troppe difficoltà.

I dubbi di molti lavoratori sono sul preavviso e la compatibilità con ferie e congedi straordinari per assistere il familiare disabile. Esaminiamo un quesito di un lettore e la normativa di riferimento sul preavviso lavorativo.

Pensione Quota 100 e fruizione del congedo straordinario nel periodo di preavviso

Buonasera, vorrei esporre il seguente quesito: Ho raggiunto i requisiti pensionistici per quota 100 al 31/12/2018, pertanto ho inoltrato preavviso di pensionamento il 01/03/2019 (6 mesi prima) per il trattamento economico a partire dal 01/10/2019. Nel frattempo, sto usufruendo del congedo straordinario legge 388/2000 per assistenza disabile grave al 100% autorizzato dal mio datore di lavoro fino al 30/09/2019. Il predetto congedo interrompe i sei mesi di preavviso e quindi fa slittare il mio pensionamento oppure no? Il mio datore di lavoro ed il patronato a cui mi sono rivolta non mi hanno dato una risposta certa, pertanto Vi chiedo di sciogliere questo dubbio. Grazie anticipatamente.

Tempi di preavviso con congedo straordinario

Il periodo di preavviso per licenziamento è regolato dal Codice civile ed è associato al contratto di lavoro in riferimento agli articoli dal numero 2118 al numero 2244. Il preavviso consiste nel periodo di tempo che intercorre tra la comunicazione che viene inviata al datore di lavoro e il periodo effettivo di dimissioni. In questo lasso di tempo la prestazione di lavoro deve essere svolta regolarmente e in via continuativa. Infatti, in vari articoli, abbiamo chiarito che eventuali ferie ne allungano i tempi di preavviso e quindi rimandano il licenziamento.

Da questo concetto, si desume che chi fruisce di congedo straordinario legge 151 per assistere il familiare con disabilità grave, secondo la legge 104 art. 3 comma 3, nel periodo di preavviso, i tempi si allungano in quanto il lavoro non è effettivamente prestato.

Il periodo di preavviso riparte dopo la fruizione del congedo.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.
Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,