Pensione quota 100 e congedo straordinario con legge 104

Pensione quota 100 e possibilità di congedo straordinario legge 151 per assistere il familiare con handicap grave (legge 104 art. 3 comma 3).

di , pubblicato il
assistenza familiare legge 104 e part-time

Pensione quota 100 con i requisiti richiesti di 62 anni di età e 38 anni di contributi. Un lettore ci pone il seguente quesito:

Avrei bisogno di urgente risposta ad un quesito che riguarda la pensione di mio marito. Mio marito compirà 63 anni il 6/8/2019 ed avrà 37 anni di contributi. Siccome abbiamo due figlie disabili al 100/100 e non ha ancora usufruito dei due anni di congedo straordinario, ci chiediamo se potrebbe entrare in quota cento prendendo i due anni di congedo per arrivare ai 38 di contributi.

Spero in una vostra risposta. La saluto cordialmente. Una mamma stanca e speranzosa.

Pensione Quota 100 e congedo straordinario per raggiungere il requisito contributivo

La pensione quota 100 è valida per tre anni dal 2019 al 2021. Nel raggiungimento dei 38 anni di contributi richiesti, possono essere considerati tutti i contributi figurativi, fermo restando il raggiungimento di 35 anni di contributi effettivi, dagli effettivi vengono esclusi i contributi figurativi per indennità di disoccupazione e malattia. (circ. Inps 11/2019).

In risposta al nostro lettore, suo marito può fruire del congedo straordinario per assistere il familiare con handicap grave, tenendo conto che maturerà in questi due anni contributi figurativi, quindi le consiglio di recarsi presso un patronato e far analizzare la posizione contributiva di suo marito.

Preavviso di licenziamento

Inoltre, ricordiamo che il periodo di preavviso regolato dal Codice Civile, prevede che nel lasso di tempo intercorrente tra la comunicazione di dimissioni per pensionamento e il periodo effettivo delle dimissioni, la prestazione lavorativa deve essere svolta in via continuativa e regolarmente. Eventuali ferie durante il preavviso, malattia o congedo, ne allungano i tempi dello stesso e quindi rimandano gli effetti di licenziamento.

Conclusione

In conclusione, suo marito può fare richiesta del congedo straordinario per assistere il familiare con handicap grave (legge 104 art. 3 comma 3), considerando anche l’aspetto dei contributi figurativi e la loro tempistica per effetto della comunicazione del preavviso di licenziamento.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.


Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,