Pensione quota 100: contributi figurativi utili, ma non tutti. Chiarimenti

Come funzionano i contributi figurativi nella quota 100? Dai 35 anni di contributi vanno esclusi tutti i contributi figurativi?

di , pubblicato il
Come funzionano i contributi figurativi nella quota 100? Dai 35 anni di contributi vanno esclusi tutti i contributi figurativi?

Gentile dott.ssa Del Pidio buonasera. La mia posizione e’:

nato 20/11/1957 e totale settimane di contributi ad oggi = 2110 di cui

  • 51           servizio militare
  • 22          disoccupazione anno 1983/1984
  • 104        Naspi anno 2016/2017
  • 35          Lavoro commerciante dal 2018 con p.Iva a tutt’oggi operativa

Ho sempre fatto il dipendente privato escluso l’ultima contribuzione ancora in atto dal 2018 come commerciante. Secondo precisazione di circolari Inps in data odierna, per quota 100 sono validi 38 anni a patto che ce ne siano almeno 35 di contribuzione effettiva (esclusi tutti i figurativi) e secondo i miei calcoli dovrei essere a posto (mi risultano circa anni 37,17). Non ho ancora capito con quale gestione Inps andro’ in pensione (quando avro’ maturato i 62 anni di eta’) visto che ho sempre lavorato come dipendente privato e solo dal 2018 sono commerciante. Grazie mille del suo parere e la ringrazio calorosamente.

La cassa previdenziale a cui presentare domanda di pensione è quella dove sono stati versati gli ultimi contributi, nel suo caso, quindi, quella dei commercianti.

Per quanto riguarda, invece, gli anni di contributi utili nel conteggio dei 35 anni non è proprio come dice lei. I contributi figurativi non sono esclusi del tutto.

La circolare Inps numero 11 del 2019 chiarisce che: “Ai fini del perfezionamento del requisito contributivo è valutabile la contribuzione a qualsiasi titolo versata o accreditata in favore dell’assicurato, fermo restando il contestuale perfezionamento del requisito di 35 anni di contribuzione utile per il diritto alla pensione di anzianità, ove richiesto dalla gestione a carico della quale è liquidato il trattamento pensionistico.”.

Il perfezionamento dei 35 anni di contribuzione utile per l’accesso alla pensione di anzianità prevede che siano presi in considerazione tutti i contributi maturati compresi, quindi, gli obbligatori, quelli da riscatto, i contributi volontari e quelli figurativi con la sola esclusione dei contributi figurativi derivanti da disoccupazione indennizzata e da malattia.

Nel suo caso, quindi, l’anno di servizio militare è computabile (anche se avendo 35 anni di contributi effettivi non le serve computarlo).

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.
Non si forniscono risposte in privato.”

Argomenti: , , , ,