Pensione quota 100 con 38 anni di contributi: le novità

Quali possibilità di accedere alla pensione con 38 anni di contributi con vecchia e nuova normativa?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Quali possibilità di accedere alla pensione con 38 anni di contributi con vecchia e nuova normativa?

Ciao, volevo chiedere se si può accedere alla pensione con 38 anni di contributi e 65 anni di età? Grazie mille.

 

In ogni caso, qualunque sia la formula scelta per la quota 100 lei dovrebbe rientrare nei requisiti richiesti e poter far domanda appena la misura entrerà in vigore.

Inizialmente si era parlato di una quota 100 con 64 anni di età e 36 anni di contributi ed erano previste penalizzazioni sull’assegno pensionistico. L’ultima ipotesi avanzata dal governo, però, prevede 62 anni di età e 38 anni di contribuzione e molto probabilmente nessuna penalizzazione.

La nuova quota 100: come funziona?

La nuova quota 100 apporta delle novità rispetto alla precedente versione poiché fermo restando il requisito contributivo di 38 anni si potrà accedere dai 62 anni in poi. La quota 100 secca, quindi, sarà valida soltanto per chi accede con 62 anni di età e per tutti gli altri si trasformerà in una quota 101, 102 e così via.

Insieme a questa nuova ipotesi di quota 100, però, il governo ha anche avanzato la possibilità di bloccare gli aumenti dell’età pensionabile sulla pensione di vecchiaia previsti per il 2019. Questo lascerebbe i requisiti di accesso alla misura a 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne evitando, in tal modo, l’aumento previsto di 5 mesi.

Bisognerà, per vedere se tutto questo sarà confermato, attendere la Legge di Bilancio di quest’anno.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti”

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News pensioni, Pensioni anticipate