Pensione Opzione donna 2019, nuovi requisiti e finestre di uscita

Pensione Opzione donna prorogata per il 2019, nuovi requisiti anagrafici e contributivi, ci si chiede se la finestra di 12 o 18 mesi sarà in vigore.

di , pubblicato il
pensione

Pensione Opzione donna con i nuovi requisiti 2019: Buonasera, sono nata il 5 febbraio 1960, mi sono dimessa dal lavoro il 31 dicembre 2018 con 35 anni e 4 mesi di contributi come lavoratrice dipendente. Chiedo cortesemente quando devo fare domanda per la pensione e quindi da quando mi spetta? La finestra dei 12 mesi dal maturare dei requisiti si intende per l’età anagrafica o per i 35 anni di contributi? Ringrazio anticipatamente e porgo cordiali saluti.

Opzione donna nel 2019: i requisiti

Nel decreto pensione vi è anche la proroga Opzione donna con i seguenti requisiti:

  • “Il diritto al trattamento pensionistico anticipato è riconosciuto, secondo le regole di calcolo del sistema contributivo previste dal decreto legislativo del 30 aprile 1997, n.180, nei confronti delle lavoratrici che entro il 31 dicembre 2018 hanno maturato un’anzianità contributiva pari o superiore a trentacinque anni e un’età pari o superiore a 58 anni per le lavoratrici dipendenti e a 59 anni per le lavoratrici autonome. Il predetto requisito di età anagrafica non è adeguato, agli incrementi alla speranza di vita”.

Finestre di uscita

La proroga ha modificato solo i requisiti anagrafici e contributivi, restano invariate tutte le altre modalità. La misura resta in vigore con la finestra mobile, la quale prevede l’erogazione dell’assegno pensionistico dopo 12 mesi dalla maturazione dei requisiti per le lavoratrici dipendenti e 18 mesi per le lavoratrici autonome.

Nel caso specifico, bisogna raggiungere entrambi i requisiti, e alla maturazione di entrambi scatta la finestra di uscita di 12/18 mesi.

Per la domanda bisogna attendere che l’Inps emani le circolari tecniche attuative.

L’assegno pensionistico è calcolato con il sistema contributivo e rispetto all’ultima retribuzione percepita, si può presentare una penalizzazione che oscilla dal 25% al 35%, molto dipende dai contributi versati.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.
Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , ,