Pensione lavori usuranti: requisiti 2016 e novità per i docenti

Pensione anticipata lavori usuranti: requisiti 2016 e possibilità di inserimento per i docenti. Ecco gli aggiornamenti

di , pubblicato il
Pensione anticipata lavori usuranti: requisiti 2016 e possibilità di inserimento per i docenti. Ecco gli aggiornamenti

Il cammino usuranti verso il traguardo della pensione per chi fa lavori usuranti potrebbe essere ancora più in salita dal 2016. I requisiti prevedono un innalzamento dell’età pensionabile, dovuto all’adeguamento alle aspettative di vita. Nel 2018 le regole per il prepensionamento dei lavoratori usuranti inoltre prevedono la prova dello svolgimento dell’attività lavorativa usurante per almeno metà dell’intera carriera lavorativa.

Lavori usuranti: chi può accedere alla pensione anticipata

I lavori usuranti sono quelli che prevedono mansioni particolarmente faticose e pesanti dal punto di vista fisico (minatori ad esempio ma anche conducenti del trasporto pubblico) oppure quelli che richiedono la disponibilità quotidiana a turni notturni (servizio almeno per 3 ore nel lasso di tempo che va dalle 24:00 alle 05:00 del mattino seguente). Anche se si tratta della stessa classificazione, i requisiti minimi per la pensione sono diversi per i due gruppi: nel primo caso per il 2016 è richiesta la quota 97,6 (61 anni e 7 mesi d’età con 35 anni di contributi), nel secondo invece l’accesso alla pensione varia in base al numero di notti lavorate in un anno.

Lavori usuranti: novità per i docenti

In questo contesto prosegue la battaglia dell’Anief per l’inserimento dei docenti nella categoria dei lavoratori di attività usuranti. L’appello si basa sui risultati di studi scientifici che hanno messo in evidenza il forte collegamento tra insegnamento e rischio ‘burnout’, la patologia psichiatrica cronica tipica di chi svolge attività ripetitive ed alienanti o di chi viene sottoposto con alta frequenza a stress da lavoro. Pensione docenti: tutte le novità su quota 96

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.