Pensione lavori usuranti: quante buste paga per dimostrare il lavoro notturno?

Quante buste paghe bisogna presentare per dimostrare il lavoro usurante notturno?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Quante buste paghe bisogna presentare per dimostrare il lavoro usurante notturno?
Sig.Patrizia buonasera,
ho letto poco fa una sua risposta data qualche tempo addietro ad una guardia giurata in merito al momento di poter andare in pensione per lavoro usurante e volevo porle anch’io una domanda in proposito e senza dilungarmi troppo, anche perchè dai patronati ai quali mi sono rivolto ho avuto risposte non soddisfacenti. Dunque premetto che sono una gpg, ho 62 anni e sono in servizio dal marzo 1983 con servizi svolti con turni notturni anche oltre le 80 gg l’anno, secondo quello che ho letto sui lavori usuranti potrei fare richiesta di pensione maturando quota 97,6 (età più anzianità contributiva) è giusto oppure ho letto male? E quante buste paga occorrono per dimostrare l’effettivo svolgimento di lavoro notturno? Aggiungo che mi sono fatto accreditare anche il periodo di leva militare (un anno) grazie per la risposta che vorrà fornirmi.
Buona serata

I requisiti per accedere alla pensione con quota 97,6 per i lavoratori usuranti sono almeno 35 anni di contributi e un’età minima di 61 anni e 7 mesi di contributi per perfezionare la quota 97,6.

Per i lavoratori notturni i requisiti richiesti si applicano ai lavoratori che svolgono attività lavorativa per almeno 3 ore (nell’intervallo ricompreso tra la mezzanotte e le cinque) nell’intero anno lavorativo; oppure per almeno 6 ore (sempre nell’intervallo ricompreso tra la mezzanotte e le cinque) per almeno 78 giorni l’anno.

Per i lavoratori che svolgono meno di 78 giorni l’anno la quota richiesta è di 98,3 (62 anni e 7 mesi di età e 35 anni di contributi).

Secondo la circolare numero 22 del 2011 la documentazione da presentare per la verifica dei requisiti devono risalire all’epoca in cui sono state svolte le attività usuranti in questione e non possono essere sostituiti da dichiarazioni rilasciate “ora per allora”. Le buste paga da presentare, quindi, devono essere quelle relative al periodo del lavoro usurante che si vuol far valere.

Per dubbi e domande contattami: [email protected]

Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lettere, News pensioni, Pensioni lavori usuranti