Pensione lavori usuranti, domande entro il 1° maggio

Pensione lavori usuranti, è possibile presentare la domanda entro il 1° maggio 2017. Vediamo quali sono i requisiti e chi può beneficiarne.

di , pubblicato il
pensione anticipata lavori usuranti

Pensione lavori usuranti, coloro che maturano i requisiti agevolati nel corso del 2018, dovranno presentare l’istanza all’Inps entro il 1° maggio 2017, pena lo slittamento della prestazione pensionistica.

Pensione lavori usuranti: requisiti

Per accedere al beneficio, gli addetti ai lavori usuranti devono avere due requisti: età anagrafica e anzianità contributiva.

Anzianità contributiva: con minimo 35 anni di contributi e età anagrafica di 61 anni e 7 mesi.

Pensione lavori usuranti, faticosi e pesanti: pubblicato il modulo per aderire ai benefici.

Pensione usuranti: a chi è rivolta

Possono accedere alla pensione anticipata con requisiti agevolati, sia i lavoratori pubblici che privati, che svolgono attività lavorative particolarmente faticose e pesanti, dette lavori usuranti.

Il beneficio si rivolge ai seguenti lavoratori:

  • impegnati in mansioni particolarmente usuranti;
  • notturni a turni e/o per l’intero anno;
  • addetti alla cosiddetta “linea catena”;
  • conducenti di veicoli, di capienza complessiva non inferiore a nove posti, adibiti a servizio pubblico di trasporto collettivo.

Per mansioni particolarmente usuranti si intendono:

  • lavori in galleria, cava o miniera, mansioni svolte in sotterraneo;
  • lavori nelle cave, mansioni svolte dagli addetti alle cave di materiale di pietra e ornamentale;
  • lavori nelle gallerie, mansioni svolte dagli addetti al fronte di avanzamento;
  • lavori in cassoni ad aria compressa;
  • lavori svolti dai palombari;
  • lavori ad alte temperature, mansioni che espongono ad alte temperature, quando non sia possibile adottare misure di prevenzione, quali, a titolo esemplificativo, quelle degli addetti alle fonderie di seconda fusione, non comandata a distanza, dei refrattaristi, degli addetti a operazioni di colata manuale;
  • lavorazione del vetro cavo, mansioni dei soffiatori nell’industria del vetro cavo eseguito a mano e a soffio;
  • lavori espletati in spazi ristretti e in particolare delle attività di costruzione, riparazione e manutenzione navale, le mansioni svolte all’interno di spazi ristetti, quali intercapedini, pozzetti, doppi fondi, di bordo o di grandi blocchi strutture;
  • lavori di asportazione dell’amianto.

Pensione lavori usuranti: beneficio

Per poter fruire del beneficio riconosciuto ai lavoratori usuranti, questi devono poter dimostrare di aver svolto la mansione usurante per almeno 7 anni degli ultimi 10 anni della vita lavorativa, oppure dal 1° gennaio 2018 aver svolto la mansione gravosa almeno nella metà della vita lavorativa.

Pensione lavori usuranti: come fare la domanda

La domanda va presentata all’Inps telematicamente o presso un patronato, allegando la documentazione e le certificazioni richieste per il lavoro usurante e gravoso.

Pensioni: slitta la riforma sulla pensione anticipata, opzione donna, quota 41 e lavori usuranti, ultime novità

Fonte: Inps

Argomenti: ,

I commenti sono chiusi.