Pensione con la Rita a 61 anni: pensione di vecchiaia a 66 anni e 7 mesi o 67 anni?

Quando si accede alla pensione di vecchiaia con la RIta?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
pensione e invalidità

Dipendente postale con 38 anni di contributi, età 61 anni a febbraio e iscritto a fondoposte da novembre 2003. Posso a dicembre andare in pensione con la RITA. Quando prenderò la prima pensione. Posso integrare con i mie risparmi se non sono sufficienti gli accantonamenti del fondo? Domanda, prenderò la pensione a 66 anni e 7 mesi oppure a 67? Grazie e spero di trovare risposta al mio quesito.

Può accedere alla RITA, non appena sarà disponibile il decreto attuativo che spiega le modalità e le istruzioni per accedervi.

Cessando l’attività lavorativa e maturando l’età anagrafica per la pensione di vecchiaia nel regime di appartenenza entro i 5 anni successivi a patto che abbia maturato al momento della presentazione della domanda di accesso alla Rita almeno un requisito contributivo di 20 anni nel regime obbligatorio di appartenenza.

Lei, quindi, potrebbe accedere alla Rita, compiendo 61 anni anni a febbraio, a settembre 2018, a 61 anni e 7 mesi, quando le mancherebbero, quindi 5 anni al raggiungimento dei 66 anni e 7 mesi (attuale età anagrafica per accedere alla pensione di vecchiaia).

Per quanto riguarda, invece, il suo quesito su quando prenderà realmente la sua pensione, tutto dipende dall’aumento dell’età pensionabile legato alla speranza di vita Istat.

L’articolo 11 del Dlgs 252/2005, così come modificato dalla legge di bilancio 2018, prevede ora come requisito di accesso alla Rita la distanza di 5 o 10 anni dalla pensione di vecchiaia, almeno 20 anni di contributi nella previdenza obbligatoria e poi dovrebbero essere richiesti almeno 5 anni di iscrizione alla previdenza complementare, dato che così richiede l’articolo 11 del Dlgs 252/2005 relativo alle prestazioni in generale della previdenza complementare.
La norma non fornisce indicazioni su come verificare tali requisiti. Sarebbe utile capire, quindi, come regolarsi con l’adeguamento alla speranza di vita del requisito anagrafico per la pensione di vecchiaia (che da qui a cinque anni per esempio potrebbe “allungare” la Rita).

Per dubbi e domande contattami: [email protected]

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Lettere, News pensioni, Pensione vecchiaia