Pensione invalidità e inabilità lavorativa, sono cumulabili?

Pensione invalidità e inabilità lavorativa, è possibile avere entrambi i riconoscimenti, possono essere cumulate? La Redazione risponde.

di , pubblicato il
assegno invalidità nel pubblico impiego

Pensione invalidità e inabilità lavorativa, il quesito di una nostra lettrice:

Buonasera, 2 anni fa a seguito di un intervento chirurgico per neoplasia cerebrale mi hanno dichiarato invalida al 100% e inabile al lavoro potrei solo iscrivermi nelle categorie protette. Ho 52 anni ero una dipendente pubblica per conto di un’ente regionale. Attualmente percepisco solo la pensione di invalidità, mi dice il patronato che avrei diritto alla pensione di inabilita’ previdenziale quella con i 5 anni di contributi, io pero’ ho letto di una pensione di inabilita’ civile che prescinde dai contributi, volevo sapere se potrei fare domanda in attesa che il mio ente mi versi i contributi perché noi dipendenti siamo in causa con quest’ente e aspettiamo una sentenza del consiglio di stato che chiarisca il contenzioso.

Eventualmente poi si potrebbe passare dalla pensione di inabilita’ civile a quella previdenziale una volta che si sia pronunciato il consiglio di stato, io con i requisiti reddituali ci rientro mio marito anche lui e’ invalido al 74% e percepisce una pensione integrata con i contributi lavorativi di poco piu’ di 500 euro mensili, abbiamo due figli adolescenti disoccupati di cui una iscritta all’universita’, e siamo affittuari.  Grazie se mi vorra’ rispondere saluti, Antonella.

Analizziamo quando è possibile avere la pensione di invalidità civile e cosa si intende per pensione di inabilità.

Invalidità civile e inabilità

La normativa chiarisce che può essere riconosciuta sia un’invalidità civile che un’invalidità per inabilità lavorativa. Le due prestazioni possono essere percepite contemporaneamente per la stessa patologia invalidante. Per la pensione di inabilità lavorativa il dipendente deve essere riconosciuto inabile al lavoro al cento per cento. Bisogna fare richieste all’Inps e seguirà valutazione della Commissione medica. Per fare domanda sono richiesti almeno cinque anni di contributi, anche se non sono stati versati in modo continuo, l’importante che almeno tre anni sono stati versati negli ultimi cinque anni dalla cessazione dell’attività lavorativa. Con la pensione di inabilità il lavoratore deve cessare l’attività lavorativa.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,