Pensione invalidi pubblico impiego: spetta solo la maggiorazione contributiva?

Come richiedere la maggiorazione contributiva per invalidi e quando presentare domanda.

di , pubblicato il
assegno invalidità nel pubblico impiego
Gentile dottoressa, vorrei approfittare della sua gentilezza e porle una domanda rispetto alla mia situazione contributiva e possibili scenari per pensionamento.
Sono una donna nata il 25/04/1963, dipendente pubblico sanità  con anzianità a decorrere dal 1.09.84 , titolare di invalidità civile all’ 89, e portatrice di handicap art 3 comma 1 dal 17/ 10/ 16.
Alla visita di revisione di Marzo 19 invalidità aumentata al 85% e 1o4 confermata, poiché lavoro nel pubblico, mi sembra di aver capito di non riuscire a farmi riconoscere nulla se non i 2 mesi  contributivi all’ anno. Questi mesi potrò utilizzarli per ridurre i tempi dell’anticipata? Inoltre come si fa a farseli riconoscere ai fini del conteggio? Posso recarmi già ora all’ Inps per il riconoscimento? Posso fare domanda on line? 
Ci sono altre possibilità per un uscita a tempi più  brevi.
La saluto cordialmente e la ringrazio.

Invalidità, pubblico impiego e maggiorazione contributiva

Purtroppo per i lavoratori del pubblico impiego viene riconosciuta soltanto la maggiorazione contributiva per i lavoratori con invalidità che comporta il riconoscimento di 2 mesi di contributi figurativi per ogni anno lavorato, per un limite massimo di 5 anni di contributi figurativi riconosciuti, con invalidità superiore al 74%.

Nel suo caso, essendo invalida civile con percentuale superiore al 74%, per ogni anno che ha lavorato con invalidità le verranno riconosciuti 2 mesi di contribuzione figurativi. I contributi figurativi in oggetto potranno essere utilizzati solo al fine della riduzione dei tempi per accedere alla pensione anticipata. La maggiorazione contributiva, infatti, è valida solo al diritto alla pensione ma non alla misura: i contributi, di conseguenza, saranno conteggiati nei contributi utili all’accesso alla pensione ma non saranno conteggiati nel montante contributivo per il calcolo dell’assegno pensionistico.

Per il riconoscimento della maggiorazione contributiva va inviata all’Inps apposita domanda, di solito contestualmente a quella di pensione. Non le consiglio di presentare fin da subito la domanda di riconoscimento vista la sua giovane età e il fatto che con soli 35 anni di contributi non può ancora accedere a nessun tipo di pensione anticipata, ma le consiglio di conteggiare la maggiorazione insieme ai suoi contributi e presentare domanda in prossimità della pensione per vedersi riconoscere tutti i contributi figurativi spettanti.

La domanda può essere presentata solo e unicamente tramite il canale telematico (online).

Per approfondire leggi anche: Maggiorazione contributiva invalidi, pensione e assegno pensionistico

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.
Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,

I commenti sono chiusi.