Pensione esodati: fuori dalla settima salvaguardia agricoli e stagionali

Non passano gli emendamenti che voglio inserire nella settima salvaguardia i lavoratori stagionali, ecco chi sono gli esclusi.

di , pubblicato il
Non passano gli emendamenti che voglio inserire nella settima salvaguardia i lavoratori stagionali, ecco chi sono gli esclusi.

La Commissione Bilancio della Camera non ha votato favorevolmente gli emendamenti volti ad introdurre un ampliamento della tutela della settima salvaguardia, lasciando, di fatto, fuori dai benefici i lavoratori che nel 2011 avevano fruito di permessi retribuiti per la cura di familiari disabili ( legge 104).   Restano fuori dalla salvaguardia anche i lavoratori agricoli e quelli stagionali che avevano concluso il rapporto di lavoro a tempo determinato nel 2011.   I lavoratori salvaguardati, come previsto, sono stati confermati in 26.300 unità divisi in 5 profili di tutela:

  • 6300 lavoratori in mobilità anche edile
  • 9mila lavoratori autorizzati alla prosecuzione del lavoro prima del 4 dicembre 2011
  • 6mila lavoratori che hanno cessato il rapporto di lavoro per risoluzione unilaterale o tramite accordo con il datore di lavoro
  • 2mila lavoratori che nel 2011 hanno fruito del congedo straordinario per assistere figli con gravi disabilità
  • 3mila lavoratori a tempo determinato il cui rapporto di lavoro si è concluso entro il 31 dicembre 2011

  Nell’ultimo punto, però, a differenza delle precedenti salvaguardie, si escludono esplicitamente i lavoratori agricoli e stagionali.

Il limite toglie i benefici a tutti coloro che, proprio per la natura del lavoro che svolgono, hanno fatto ricorso a più contratti di lavoro a tempo determinato nel corso dell’anno. Per gli stagionali la beffa portata da questa Legge di Stabilità è comunque doppia poichè non è passato neanche l’emendamento che avrebb prorogato la durata minima della Naspi a 6 mesi nel 2015.   La domanda di salvaguardia andrà presentata, pena decadenza, entro 60 giorni dall’approvazione della Legge di Stabilità; la formazione della graduatoria degli aventi diritto si formerà in base alla data di cessazione del rapporto lavorativo.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.