'Pensione e lavoro part time: quali effetti sulla contribuzione? -

Pensione e lavoro part time: quali effetti sulla contribuzione?

Come incide sulla decorrenza della pensione il contratto di lavoro part time?

di , pubblicato il
Come incide sulla decorrenza della pensione il contratto di lavoro part time?

Il lavoro part time è caratterizzato dall’orario di lavoro ridotto rispetto a quello normale (individuato in 40 ore settimanali) ed è usato come flessibilità dalla aziende che vogliono risolvere situazioni lavorative che non richiedono l’impegno di un lavoratore full time. In questo modo viene fluidificata la prestazione lavorativa adattandola sia alle esigenze dell’azienda che a quelle del lavoratore. Il part time, in questo senso, si è rivelato un valido strumento per incrementare l’occupazione ma al tempo stesso va a soddisfare le esigenze di flessibilità richiesta da particolari tipi di lavoratori per conciliare il proprio tempo tra famiglia e lavoro. Il rapporto di lavoro a tempo parziale può essere orizzontale, quando la riduzione dell’orario di lavoro è riferita al monte ore giornaliero, e verticale quando la prestazione lavorativa è svolta a tempo pieno ma soltanto per alcuni periodi della settimana o del mese.  

Part time: imponibile previdenziale e anzianità contributiva, quali effetti?

In ogni tipo di assicurazione i contributi non possono essere calcolati su imponibili giornalieri inferiori a quelli stabiliti dalla legge, ovvero inferiore al minimale giornaliero. Nel contratto art time, quindi, è previsto un minimale orario retributivo che è determinato rapportando il minimale giornaliero ad orario normale dividendo l’importo ottenuto per il numero di ore previste dal contratto part time. A tale minimale orario va poi rapportata la retribuzione da sottoporre a contribuzione (ovvero il rapporto tra le ore di lavoro e la retribuzione). La contribuzione non va calcolata su un minimo di ore di lavoro in presenza di un contratto part time, ma tenendo conto dell’orario pattuito nel contratto.   Quali effetti si avranno, quindi sulla contribuzione ai fini pensionistici? Al fine della determinazione dell’ammontare del trattamento pensionistico il conteggio delle settimane utili si determina dividendo l’orario di lavoro normale per le ore previste da quello part time.

  Dove la retribuzione imponibile minima settimanale risulti rispettata le settimane da accreditare non subiscono riduzioni anche in presenza di contratto part time poichè la riduzione dell’orario di lavoro ha rilevanza solo agli effetti della misura della pensione e non per la sua decorrenza.

Argomenti: , , , ,